Alcamo: dimensionamento scolastico illegittimo

778

ALCAMO – Il Sindaco della Città di Alcamo Bonventre ha scritto all’Assessorato Regionale dell’Istruzione e Formazione Professionale Dipartimento Istruzione e Formazione, in merito ai criteri relativi al dimensionamento della rete scolastica previsti dalla Regione per assicurare certezza e stabilità alle istituzioni scolastiche. In particolare, il Sindaco ritiene assolutamente inidonea e illegittima la proposta dell’assessorato regionale che prevede per le scuole del territorio alcamese l’aggregazione dell’I.A.C. Mirabella (oggi in reggenza) con il III circolo didattico Montessori. Tale aggregazione difatti  non garantisce stabilità nel tempo (altro criterio previsto dalla regione) perché non considera il bacino di utenza territoriale cui fanno capo gli istituti coinvolti.

E  “Le proposte concernenti il dimensionamento scolastico – continua il Sindaco – dovrebbero essere calate nella realtà territoriale e ispirate alla tutela degli alunni, in un quadro di certezza e stabilità delle istituzioni scolastiche nonché della sicurezza di chi lavora nelle scuole e dunque, anche per la salvaguardia dei posti di lavoro. Alla luce di quanto appena detto, dovrebbe essere l’amministrazione comunale, poiché calata nel territorio, a dare le indicazioni utili per il dimensionamento scolastico volto, aldilà di ogni dato numerico, alle esigenze e al benessere formativo degli alunni”.

L’Amministrazione di Alcamo propone di adottare il piano di razionalizzazione e dimensionamento (presentato a suo tempo e allegato al comunicato nonché approvato con il parere positivo dei consigli di circolo e di collegio dei docenti di tutti gli istituti scolastici del territorio alcamese) che tiene conto del bacino di utenza territoriale, finalizzato alla creazione di istituti scolastici che garantiscano stabilità nel tempo.

In merito a quanto appena dichiarato, massimo sostegno, adesione e condivisione sono stati espressi da parte di tutti i componenti dei consigli d’istituto presenti all’incontro – invitati dall’Amministrazione Comunale – che si è tenuto, sull’argomento in oggetto, il 25 Marzo scorso, presso il Centro Congressi Marconi.

Pertanto, il Sindaco Bonventre invita l’assessorato regionale a valutare positivamente quanto proposto e condividere le osservazioni avanzate, in caso contrario si riserva di ricorrere al TAR per garantire e tutelare i diritti degli alunni; contestualmente inoltre, si riserva di presentare istanza cautelare di sospensione del provvedimento de quo.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAncora violenza su due giovani donne ad Alcamo
Articolo successivoAcqua: rottura della condotta adduttrice Balata Inici
Eva Calvaruso
Eva Calvaruso, classe 1984, vive ad Alcamo, spirito da ventenne e laurea in Economia. Animo hippie e fan sfegatata di Guccini. Curiosità, passione e una continua ricerca della verità l’hanno spinta a diventare una giornalista.