Isidoro Dia risponde ai Consiglieri Comunali di ABC

1586

ALCAMO. Il Presidente del Circolo Tennis Concordia di Alcamo Isidoro Dia, risponde attraverso una nota inviata alla nostra Redazione, all’interrogazione presentata qualche giorno fa dai Consiglieri Comunali di ABC al Sindaco Bonventre:

“Tramite la Vostra testata online, ho appreso con stupore, delle insinuazioni di presunte logiche clientelari nei rapporti tra la nostra associazione e l’amministrazione comunale di Alcamo. In qualità di presidente del Circolo Tennis Concordia di Alcamo è mia intenzione dar seguito all’interrogazione presentata dai simpatici consiglieri Mauro Ruisi, Sebastiano Dara e Vito Lombardo. Innanzitutto, data la loro esperienza, Li voglio ringraziare sugli utili consigli riguardo la creazione di centri di avviamento allo sport;
in secondo luogo volevo informarli che: quando i campi erano in buone condizioni, quando avevamo a disposizione la palestra, e quando gli spogliatoi e i bagni erano praticabili, avevamo la migliore scuola tennis della provincia di Trapani con dei ragazzi veramente bravi. Ma visto che la questione non è questa
non voglio dilungarmi…
Rispondo senza alcun problema alle domande che mi competono: i campi da tennis sono stati affidati al Circolo Tennis Concordia in quanto è l’unico circolo
presente ad Alcamo con una storia, esperienza, soci, tradizione, risultati e scuola. La durata dell’affidamento è lunga in quanto, a nostre spese, abbiamo
provveduto alla ristrutturazione di alcuni campi, quindi, di conseguenza non si tratta di convenzione gratuita. Se non hanno qualcosa in contrario, ai tre amici consiglieri, avrei a mia volta delle interrogazioni da presentare: I Come mai, visti i nostri rapporti “clientelari” con l’amministrazione, il comune di
Alcamo non ha mai realizzato lavori straordinari sui campi da tennis che sono ormai impraticabili da molto tempo? I Come mai, visti i nostri rapporti “clientelari” con l’amministrazione, il comune di Alcamo non ha mai ristrutturato la hall e gli spogliatoi in cui piove dentro e sono pieni di muffa? I Come mai, visti i nostri rapporti “clientelari” con l’amministrazione, il comune di Alcamo ha tolto dal comodato d’uso la palestra rendendoci così impossibilitati a far
svolgere un’accurata preparazione fisica ai nostri allievi? I Come mai, visti i nostri rapporti “clientelari” con l’amministrazione, abbiamo dovuto rifare un campo da tennis, a nostre spese, per non perdere la possibilità di fare attività agonistica? I Come mai, visti i nostri rapporti “clientelari” con l’amministrazione, non riceviamo un contributo da decenni?I Come mai, questa interrogazione nasce solo dopo pochi giorni dall’uscita dal circolo di Tennis da parte di uno strettissimo parente di uno dei tre consiglieri? Una volta risposto, gradirei che, gli attivi ragazzi, continuassero nella loro battaglia contro la cattiva gestione pubblica, ma che attenzionassero meglio, caso per caso, le loro interrogazioni, in modo da non far di tutta l’erba un fascio ed evitare così di
attaccare associazioni e persone il cui unico interesse è quello di portare avanti uno sport purtroppo in crisi. Resto comunque a disposizione di chiarimenti anche in privato”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAttesa per oggi la sentenza del processo Dell’Utri
Articolo successivoArrestati tre rapinatori di ville nelle campagne del trapanese