Bando per assegnazione beni confiscati alla mafia

998

CASTELLAMMARE DEL GOLFO – E’ stato pubblicato dall’amministrazione comunale di Castellammare del Golfo il bando di selezione per l’assegnazione di beni confiscati alla mafia. Si tratta di terreni e fabbricati che si trovano in contrada Crociferi, o Bocca della Carrubba, sequestrati a Salvatore Palazzolo.

Per l’assegnazione è stato indetta una selezione che prevede una concessione trentennale (rinnovabile), in modo da destinarli ad “attività sociali, comprendenti anche coltivazioni  di vario genere e/o di interesse mediterraneo”.

I beni in questione sono un lotto di terreno agricolo di 2356 metri quadri con un piccolo fabbricato rurale, cisterna e pozzo per l’acqua, in stato di abbandono.

«Poiché abbiamo finalmente acquisito questi beni confiscati alla mafia, che dovranno essere utilizzati per finalità sociali volte a rafforzare la cultura della legalità, al bando per l’affidamento, così come previsto dalla legge, possono partecipare comunità, enti, organizzazioni di volontariato, cooperative sociali o comunità terapeutiche per tossicodipendenti, associazioni di protezione ambientalespiega il sindaco Marzio Bresciani-. Ma abbiamo previsto anche la presentazione di un progetto di gestione così da valutare che l’assegnatario si occupi del miglioramento e dello sviluppo dei beni in modo rispondente all’interesse pubblico».

La domanda di partecipazione ed il relativo avviso per l’assegnazione del bene sono pubblicati all’albo pretorio (anche online, sul sito ufficiale del Comune, all’indirizzo http://www.castellammaredelgolfo.org/).

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteMonreale: arrestati trapanesi per detenzione di stupefacenti
Articolo successivoCultura e lingua siciliana a scuola
Marcello Contento
Marcello Contento, nasce a Palermo nel 1982, vive la sua vita tra la Sicilia e la Toscana. Giornalista, insegnante di economia aziendale e lettore incallito di Tex e Alan Ford.