La Sicilia nel dibattito sul valore legale del titolo di Studio

348
Il 31 Gennaio è stato approvato durante la seduta del Consiglio dei Ministri, durata sei ore, il decreto “Semplifica-Italia” questo decreto legge  sullo snellimento è destinato ai cittadini e all’economia.
Le semplificazioni, cita il decreto, riguardano: “da una parte migliorano la vita dei cittadini con la pubblica amministrazione e migliorano anche la competitivita’ dell’economia attraverso il miglioramento della produttivita’ che deriva da tutte le attivita’”.Il decreto tratta di svariati argomenti riguardanti la semplificazione tra cui molto importante e discusso anche in Sicilia il tema sulla limitazione della validità delle lauree, si pensava di abolire  il valore legale del titolo di studio o limitare l’efficacia del titolo sulla base di una valutazione relativa all’Università che lo rilascia. L’assessore regionale per l’Istruzione e la Formazione professionale della Sicilia, Mario Centorrino in un dibattito a cui è intervenuto si augura, da parte sua che la società Siciliana voglia intervenire in tutte le sue competenze per esprimere il proprio giudizio a riguardo senza tralasciare gli eventuali effetti che la proposta avrebbe sul sistema Universitario della Regione.
Il Premier Monti dichiara: ..Abbiamo scoperto pero’ che il tema e’ piu’ complicato del previsto e per questa ragione abbiamo deciso di non affrontarlo in questo decreto anche se una connessione con le semplificazioni potrebbe esserci stata”.
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedentePd Sicilia: “Lombardo revochi tutte le consulenze esterne”
Articolo successivoCarabinieri contro la dispersione scolastica