Carabinieri contro la dispersione scolastica

451

TRAPANI.I carabinieri di Trapani, con il supporto dei Carabinieri di quartiere, hanno svolto servizi mirati al contrasto della dispersione scolastica, individuando genitori che senza motivi validi(malattia o trasferimento in altra zona)eludono l’obbligo di mandare a scuola i figli.I detti genitori, esercitanti la patria potestà, sono stati denunciati alle autorità giudiziaria.Quello della dispersione scolastica è un annoso problema,si tentano, nelle scuole,  tutti gli anni progetti volti al contrasto della dispersione scolastica, che bisogna dire ha diversi risvolti:per i bambini più piccoli la responsabilità è unicamente dei genitori che deliberatamente e consapevolmente non mandano i propri figli a scuola, mentre crescendo  cambiano i motivi. Tanti giovani smettono di frequentare la scuola dopo ripetuti insuccessi, o per entrare nel mondo del lavoro nero o peggio ancora per ingrossare le file della malavita. Il primo presidio dovrebbe essere quello familiare se manca questo il lavoro è tutto in salita, ma non si può gettare la spugna di fronte al bisogno di conoscenza nei riguardi dei giovani.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLa Sicilia nel dibattito sul valore legale del titolo di Studio
Articolo successivoDenunciati per abuso edilizio