Al via gli espropri per la realizzazione della rotatoria ad Alcamo Marina

587

ALCAMO – Il Consiglio Comunale di ieri sera ha visto la presenza del Presidente della Provincia Mimmo Turano. La sua partecipazione è stata richiesta da alcuni consiglieri comunali per uno dei punti all’ordine del giorno, ovvero per la reiterazione del vincolo preordinato all’esproprio relativamente all’intervento proposto dalla provincia regionale di Trapani inerente ai “Lavori di manutenzione straordinaria per il completamento della S.P. 55 Alcamo – Alcamo Marina. Sistemazione incrocio con la S.S. 187″, votata favorevolmente all’unanimità a fine seduta. Sempre con il parere favorevole di tutti i presenti è stata approvata pure l’immediata esecuzione dell’opera.

Durante l’incontro sono state mosse alcune polemiche dal conigliere Cammarata Giuseppe, il quale ha espresso la sua disapprovazione sui tempi di realizzazione di quest’opera, inserita nel piano regolatore sin dal 2001 e mai attenzionata dal consiglio provinciale, nonostante quello in questione sia uno snodo cruciale per la viabilità. Ha inoltre considerato l’ipotesi che l’interesse mostrato in questo ultimo periodo sia solo da ricondurre al fatto che il presidente della provincia sia un cittadino alcamese.

Oltre all’On. Turano, erano presenti gli ingegneri che hanno curato la realizzazione del progetto, l’ing. Candela, progettista delle provincia, e l’ing. Albanese, progettista dell’opera. Questi hanno brevemente descritto le caratteristiche del progetto che vede l’allargamento della parte finale della S.P. 55 così da realizzare tre corsie, la realizzazione di una rotatoria per rendere più agevole lo smistamento del traffico, la collocazione di semafori coordinati con la chiusura o l’apertura del passaggio a livello e la realizzazione di un parcheggio davanti a quel che resta del Motel Beach.

Il progetto esecutivo definitivo è già pronto e si aspetta solo l’effettivo esproprio dei terreni per poter andare ad eseguire i sopralluoghi per constatare l’effettiva realizzazione dell’opera. Il costo del progetto si aggira attorno a 1.800.000 € di cui 300 mila destinati alle operazioni di esproprio, che toccheranno soltanto terreni e nessun fabbricato.

“Credo che oggi abbiamo messo un punto importante per la realizzazione di quest’opera” ha affermato l’on. Turano che, durante il suo intervento, ha parlato anche delle altre azioni che la provincia intende svolgere ad Alcamo. Ha dapprima citato il Parco Avventura che dovrebbe essere realizzato nella riserva di Monte Bonifato, subito dopo la “Funtanazza”, e consiste nella creazione di alcuni camminamenti sugli alberi. In seguito ha accennato alla possibilità  di realizzare una passerella in legno sul lungomare, che vada da Castellammare fino ai confini con la Provincia di Palermo, e che possa permettere una più agevole passeggiata a quanti lo volessero.

Il Consiglio Comunale si è concluso con la promessa da parte dell’on. Turano di una celere attuazione del progetto ad Alcamo Marina, con la presentazione del progetto definitivo entro la primavera di quest’anno, per riuscire così, al massimo dopo due mesi, ad affidare il progetto all’ente che si occupa della realizzazione delle gare d’appalto. Per l’inizio dei lavori si dovrà comunque aspettare l’autunno prossimo.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteProrogate al 15 marzo le iscrizioni alle scuole secondarie superiori
Articolo successivoNuovi sbarchi a Lampedusa
Eva Calvaruso
Eva Calvaruso, classe 1984, vive ad Alcamo, spirito da ventenne e laurea in Economia. Animo hippie e fan sfegatata di Guccini. Curiosità, passione e una continua ricerca della verità l’hanno spinta a diventare una giornalista.