Castellammare, un mega-albero di lana all’uncinetto per il natale 2020: “Un progetto sociale che unisce tutti”

Pubblicato: giovedì, 30 gennaio 2020
Vota l\'articolo
1
Vota l\'articolo
0

Un albero di natale composto da migliaia di mattonella di lana realizzate all’uncinetto. È questo il progetto sociale lanciato da alcune donne castellammaresi che sta già “contagiando” la città. “Il nostro sarà l’albero di tutti, e tutti possono contribuire anche con una sola mattonella”. Intanto è scattata "l'uncinetto-mania"

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Nella città di Castellammare si è innescata una vera e propria “uncinetto-mania”. L'idea è partita da alcune donne castellammaresi che insieme hanno pensato di creare un gruppo per realizzare un albero di natale composto interamente da mattonelle di lana fatte all’uncinetto. Un progetto realizzato nel 2018 in Molise, ma che lentamente si è diffuso in tantissime altre parti. Quello lanciato nella città trapanese è organizzato da donne appassionate dell'arte dell'uncinetto con un forte legame con la propria città.

Un filo (di lana) che unisce Trivento a Castellammare

“L’idea – spiegano due delle ideatrici, Maria Caleca e Gabriella Vallone ad Alqamah.it - è nata dopo aver visto l’albero realizzato a Trivento, in Molise, due anni fa. Così abbiamo contattato le ideatrici dell’Associazione molisana “Un filo che unisce” per far partire un progetto parallelo anche qui, ovvero “un filo che unisce Castellammare a… tutto il mondo”.

Albero di natale Trivento. Foto web

Infatti il progetto, nato a Trivento e replicato in altre città italiane, ha già coinvolto diverse città anche oltre i confini nazionali: Belgio, Svezia e Brasile. “Il nostro vuole essere un progetto internazionale aperto a tutti, da nord a sud e da ogni parte del mondo. La nostra idea è quella di unire questo filo immaginario soprattutto con tutti quei castellammaresi sparsi per il mondo che hanno voglia di contribuire alla realizzazione di questo mega albero di natale. Ma nello stesso tempo abbiamo deciso di allargare il nostro progetto ed invitare chiunque a donare anche una sola mattonella. Per noi – sottolineano Maria e Gabriella - l'inclusione, la tolleranza e la solidarietà rappresentano dei principi fondamentali. Il nostro sarà davvero l’albero di tutti: mamme, nonne, casalinghe, lavoratrici, di Castellammare e non; bambini, adulti, anziani e, ovviamente, anche uomini. Sarà un albero multiculturale senza confini e senza barriere”.

In pratica il filo di lana immaginario unirà la città di Castellammare con il resto del mondo, quindi non solo per i cittadini castellammaresi emigrati, ma anche per tutti quelli che avranno desiderio di avere una propria mattonella di lana personalizzata con il nome della propria città o comunità. Da New York a Montreal, da Alcamo a Palermo, da Trivento a Matera e da tante altre città. “Castellammare del Golfo sarà al centro di questo progetto internazionale. Tantissimi gruppi di donne con un po’ di tempo libero ci hanno già inviato le prime mattonelle e molte altre ci arriveranno dal nord Italia e dall'America nelle prossime settimane. – raccontano ad Alqamah.it Maria e Gabriella – Abbiamo lanciato il progetto due settimane fa e sono già tante le richieste di adesione da parte di donne che vivono in diverse città."

“L’uncinetto crea comunità”

"L’uncinetto crea comunità, soprattutto tra donne. La nostra è un’idea che piace soprattutto a chi pratica l’uncinetto. Ma nello stesso tempo – spiegano Maria e Gabriella – è anche un modo per socializzare e stare insieme. Noi vogliamo principalmente coinvolgere le case di cura, le case di riposo, le scuole, le parrocchie, i centri ricreativi, le associazioni di volontariato e molte altre realtà. Il nostro è un progetto sociale a 360°. Siamo rimasti davvero sbalordite da quante adesioni abbiamo raccolto in poche settimana dal lancio del progetto. Abbiamo anche ricevuto l’approvazione da parte del Sindaco Nicola Rizzo che ha apprezzato molto l’idea e da diverse insegnanti che ci hanno chiesto di tenere dei piccoli workshop per i bambini delle scuole”.

In poche settimane dal passaparola e dagli annunci sui social, molti cittadini, infatti, hanno scritto e aderito al progetto per avere una propria mattonella sull’albero di natale 2020 della città di Castellammare del Golfo. “Nei giorni scorsi ci ha scritto su Facebook anche una signora di Matera che ci invierà alcune mattonelle, tante ne arriveranno anche dagli Stati Uniti.” Infatti il Club dei Castellammaresi a Brooklyn (New York), presieduto da Damiano Palazzolo, si sta già organizzando per realizzare tantissime mattonelle personalizzate da inviare a lu paisi.

Uncinetto-mania

Il gruppo delle “Uncinettine”, così come si definiscono sulla pagina Facebook aperta per l’occasione, in pochi giorni ha già raccolto oltre 200 mattonelle e altre ne arriveranno nei prossimi giorni. Il loro obiettivo, per addobbare il mega albero di natale 2020, è stato fissato a 5300, ma in realtà vogliono andare oltre: “Puntiamo a raccogliere in un anno circa 10 mila mattonelle di lana per creare l’albero di natale dei record” – sottolineano le organizzatrici. A breve diventeranno un’associazione culturale e incontreranno l’Amministrazione Comunale per definire i dettagli del progetto. A loro inoltre si sono unite diverse attività commerciali locali, legate all’arte del ricamo e non, che hanno messo a disposizione locali e materiali per poter realizzare le mattonelle nel tempo libero, ma soprattutto "per creare comunità".

Intanto a Castellammare è scoppiata una vera e propria “uncinetto-mania”. Sono nati anche altri gruppi autonomi con progetti paralleli legati all'uncinetto. Non è difficile infatti incontrare donne sedute all’aperto in più punti della città, soprattutto nel fine settimana, impegnate a lavorare all’uncinetto. Si tratta di un'attività che si può fare ovunque e in ogni momento: in montagna o al mare, in casa o all'aperto, nei parchi pubblici o nelle ville comunali e in molti altri posti. “Non ci aspettavamo tutto questo interesse da parte dei nostri concittadini, siamo davvero molto felici e invogliati a diffondere la voce sempre di più. – sottolineano entusiaste Maria e Gabriella – Perché per noi l’unica cosa importante è creare comunità tra donne, vicine o lontane. È anche un modo per valorizzare l’arte dell’uncinetto che rischia di scomparire. Siamo sicure che l’albero di natale 2020 sarà bellissimo, grandissimo e coloratissimo. Si prospetta un'estate con l'uncinetto in mano anche sotto l'ombrellone” - affermano sorridendo Maria e Gabriella.

Chiunque volesse inviare lana o mattonelle realizzate all’uncinetto per avere un posto nel mega albero di natale potrà farlo contattando il gruppo delle “Uncinettine Castellammare del Golfo” su Facebook (clicca qui). Le mattonelle dovranno essere di misura 15x15 con ultimo giro di colore verde bosco. “Ormai - concludono - non possiamo più fermarci, si è creato un gruppo molto dinamico che cresce di giorno in giorno".

Letto 3260 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>