Torna libero l’appuntato

800

L’indagine sui segreti violati nella caccia a Messina Denaro

E’ tornato libero Giuseppe Barcellona, l’appuntato dei carabinieri che era stato arrestato assieme al colonnello della Dia di Caltanissetta Marco Alfio Zappalà e all’ex sindaco di Castelvetrano, Tonino Vaccarino,  nell’ambito della indagine sulla rivelazione di segreti inerenti la ricerca del super boss mafioso Matteo Messina Denaro. a rimettere in liberà Barcellona è stato il Tribunale del Riesame che ha cancellato l’accusa di  rivelazione di segreto d’ufficio. Barcellona resta indagato per accesso abusivo al sistema informatico. Barcellona ha ammesso dinanzi al gip di avere consegnato al suo ex superiore Zappalà la trascrizione di alcune intercettazioni, finite poi in possesso dell’ex sindaco Vaccarino che da Zappalà sarebbe stato contattato per fare da infiltrato nella cosca mafiosa belicina.