La UIL di Trapani richiede il ripristino delle 18 ore di assistenza alla comunicazione

Pubblicato: mercoledì, 15 marzo 2017
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

Il comune di Trapani è l’unico della provincia a non avere ancora provveduto a garantire le 18 ore settimanali di assistenza all’autonomia e alla comunicazione per gli studenti con disabilità uditiva e visiva nelle scuole trapanesi dell’infanzia, primarie e medie, dopo che dallo scorso 31 dicembre tale competenza è passata dal Libero Consorzio Comunale alle amministrazioni municipali. Il segretario generale della Uil Trapani Eugenio Tumbarello chiede, pertanto, l’immediato ripristino del servizio a 18 ore con una lettera indirizzata al sindaco Vito Damiano e al dirigente comunale dei Servizi Sociali Francesco Guarano. “Arrivati al mese di marzo e dopo diversi incontri in prefettura e con l’amministrazione comunale – afferma Tumbarello – non si capisce perché il servizio non è ancora partito secondo le corrette modalità per i nove studenti interessati a Trapani. Ho chiesto ufficialmente al sindaco di poter conoscere esattamente quante ore vengano attualmente erogate poiché dalle notizie in mio possesso queste ammontano solamente a 5, un numero dunque assolutamente insufficiente ed inefficace per le finalità didattiche. Mi auguro – conclude – che la questione possa trovare al più presto soluzione per il bene degli studenti interessati”.

Letto 607 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>