Belice Ambiente. Cgil, Cisl, Uil e Usli Trasporti replicano al consigliere D’Annibale

Pubblicato: mercoledì, 10 agosto 2016
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

SindacatiCon una nota i segretari territoriali di Fp Cgil Vincenzo Milazzo, Fit Cisl Giovanni Montana, Uil Trasporti Giorgio Macaddino e Usli Trasporti Donato Giglio Dicap Giovanni replicano al comunicato del consigliere comunale di Mazara del Vallo Joselita D’Annibale riguardante l’accordo quadro regolante i criteri per l’assunzione del personale da parte della Srr “Trapani Provincia Sud”.

“Leggendo il comunicato di Joselita d’Annibale non si comprende in che veste essa si interroghi. Se interviene come consigliere comunale di maggioranza a sostegno del sindaco Cristaldi, se come avvocato di alcuni dipendenti della Belice Ambiente oppure se esprime le preoccupazioni per la sorte di un familiare. Le organizzazioni sindacali hanno fatto e faranno sempre soltanto l’interesse dei lavoratori rispettando la legge. L’Accordo decentrato sottoscritto a fine luglio ha visto in prima fila tutte le organizzazioni sindacali che hanno proposto per l’assunzione degli operatori, e solo per questi, il criterio della territorialità del cantiere di attuale utilizzazione, perché ritenuto il più razionale ed il meno dannoso per tutti. Nessuno scavalca nessuno, perché le persone che possono essere assunte non le decide nè il sindacato, nè la SRR, nè la Belice Ambiente: i criteri per dire chi è dentro e chi è fuori li ha stabiliti la legge 6 anni fa e sono stati esplicitati nell’accordo quadro regionale del 2013. Si rassereni, dunque, la D’Annibale. E rassereni i suoi. I sindacati sono dovuto intervenire esclusivamente per disciplinare i tempi di assunzione, proprio a causa di quei comuni come Mazara che non hanno fatto nulla per consentire di assumere il personale che lavora in città. Se la D’Annibale interviene come consigliere comunale, la invitiamo a rivolgere le sue interrogazioni al sindaco per sollecitare il preAro. Quanto agli amministrativi, ci faremo promotori presso la SRR di un immediato tavolo di discussione, previsto all’interno dell’Accordo, per seguire le varie fasi di assunzione degli amministrativi e dei tecnici, anche se e’ chiaro che una società in fase di avvio non può assumere in blocco tutte le figure previste in dotazione organica. Qualcuno resterà fuori? Se ciò dovesse succedere la responsabilità non è dei sindacati: e’ la legge che ha stabilito i requisiti e i termini per essere assunti. E su questo nulla ha potuto dire l’Accordo decentrato. Restiamo sereni, dunque, ed impegnati a vigilare sul delicato lavoro della SRR. Appare elementare anche per esperti di legge del nord d Africa che la temporalità delle assunzioni non comporterà discriminazione perché è prevista L anzianità convenzionale che mette tutti sullo stesso piano . Ma ciò non è alla portata di comprensione di chi ha conseguito tituli supplementari. In merito alla mirabolante soluzione proposta da UGL, di un licenziamento di massa dei lavoratori da Belice Ambiente e di una loro assunzione presso la SRR, che poi li comanderà di nuovo alla Belice per essere utilizzati nei comuni senza gestore di Aro, diciamo nettamente che pur volendo fare il gioco delle tre carte, purtroppo questo non e’ consentito: la SRR assume e distacca solo presso i comuni che hanno il gestore. Lo dice l’art.2 comma 8 dell’ordinanza 6/2016. Ma ad agosto i colpi di sole sono ammessi.”

Letto 324 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>