L’Ordine degli Architetti siciliani contro la “sanatoria”

Pubblicato: lunedì, 1 agosto 2016
Vota l\'articolo
1
Vota l\'articolo
1

coste3E’ stato presentato un emendamento in Assemblea Regionale che porterebbe alla sanatoria per le costruzioni entro i 150 metri dalla costa, quindi è come dire Viva l’Abusivismo e abbasso i Paesaggi, la Natura e il Turismo. A questo ha reagito la Consulta degli Ordini degli Architetti P.P.C. di Sicilia che in un comunicato ha espresso tutta la contrarietà e la “viva preoccupazione”, quindi bisogna agire per contrastare questo emendamento che sarà presentato martedì prossimo dall’Assemblea Regionale Siciliana. Pubblichiamo il comunicato:

“Gli Architetti siciliani ribadiscono di essere contrari ad ogni ipotesi di condono edilizio che acclarerebbe lo scempio edilizio perpetrato sulle nostre coste. Apprezzano la posizione espressa dal Ministro Galletti che si è impegnato, eventualmente, ad impugnare il provvedimento davanti alla Corte Costituzionale e, parallelamente, a rifinanziare il fondo messo a disposizione dei comuni per l’abbattimento degli edifici abusivi realizzati in zone fortemente sensibili sul piano paesaggistico ed ambientale. Sperano, inoltre, che il Presidente Ardizzone possa dichiarare l’inammissibilità di un emendamento che, qualora inopinatamente approvato, metterebbe, tra l’altro, a rischio l’approvazione del disegno di legge di recepimento del Decreto Legislativo 380/2001 sul quale gli architetti siciliani sperano e per il quale si sono prodigati, accanto alla IV Commissione Parlamentare, per ottenere un testo che fosse il più ampiamente condiviso”.

Letto 2304 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>