Il Partito Democratico di Alcamo verso il Congresso

2213

PD logoSi è svolta Martedì 26 Luglio 2016 l’Assemblea del Partito Democratico di Alcamo per decidere la data del Congresso. La riunione, avvenuta nel Caffé Nanni di Alcamo, ha visto contrapporsi due posizioni, da una parte quella di chi reputa naturale e necessario un congresso subito per dare al partito una linea politica forte e certa, specialmente dopo un lungo periodo di transizione caratterizzata da una reggenza, e dall’altra invece, quella di Lentini- Abbinanti, che vorrebbe posticiparlo a marzo perché in quel periodo ci saranno altri congressi cittadini e per affrontare al meglio l’appuntamento del Referendum costituzionale.

Una dialettica “accesa” ha caratterizzato il dibatto, ma gli interventi hanno avuto come parola chiave “unità”, parola che ha riecheggiato negli interventi di tutti, specialmente in quelli dei “giovani”, cioé del Segretario Comunale Gabriele Morrone, di quello provinciale Salvo Cangemi e del giovane consigliere comunale Filippo Cracchiolo. Questi per primi hanno sottolineato l’importanza dell’unità del Partito, un partito che ha bisogno di rinnovamento e non di rottamazione basata sull’età, perché bisogna rottamare un certo modo di fare politica e non le persone a seconda dell’età. Un partito “aperto” cosiché tutti possano dare il proprio contributo, che però deve saper chiudere la porta a chi in campagna elettorale ha tentato in tutti i modi di “distruggere” il partito, operando all’esterno dello stesso. “Nel PD si sta nel Bene e nel Male, è impensabile un giorno farne parte un’altro no a secondo di chi è al comando in un determinato momento” chiosa Cracchiolo.

Il Congresso sarà il 25 Settembre 2016.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteL’Ordine degli Architetti siciliani contro la “sanatoria”
Articolo successivoQuattro palermitani in bici alla “conquista” di Parigi
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.