Sebastiano Dara è il candidato sindaco per Abc

Pubblicato: lunedì, 21 marzo 2016
Vota l\'articolo
75
Vota l\'articolo
24

Sebastiano DaraALCAMO. Sarà Sebastiano Dara a guidare il movimento Abc alle prossime elezioni amministrative in qualità di candidato sindaco.

La designazione arriva dopo 4 anni di esperienza in consiglio, dove attualmente è anche capogruppo per Abc. La scelta è maturata definitivamente nelle ultime due settimane  e divenuta definitva ieri durante l’assemblea presso la nuova sede di Corso dei Mille. Dara ha già illustrato i punti chiave della canditura e la visione “corale” della partecipazione e della stesura del programma.

Dara ha sottolineato che si presenterà forte dell’esperienza maturata in questa legislatura con gli altri due consiglieri. Numerose le interrogazioni presentate ma probabilmente prima tra tutte quella che oggi permette di vedere il consiglio in streaming.
“Una politica – ha detto Dara – che mira non alle ambizioni personali ma al bene di tutti” come dimostrato in questi anni in cui i tre consiglieri si sono decurtati il 30% del gettone di presenza per restituire alla cittadinanza opere inclusive e aperte a quante più persone possibile.

 

Letto 3526 volte.
19 Commenti
Dì la tua
  1. Il Regista scrive:

    La prossima scena di Movimento 5 Stelle e la destra alcamese, Auguri a tutti i candidati.

  2. S.Campo scrive:

    Una grande persona, stimatissimo avvocato, professionalmente corretto e competente. S.Campo

  3. Gino scrive:

    Ritengo non opportuno che un avvocato penalista si candidi a sindaco. Peraltro con clienti alcuni mafiosi storici.

  4. giuseppe scrive:

    perchè non pubblicate più i commenti?

  5. nino scrive:

    Non penso che sia corretto che un avvocato che difenda la famiglia melodia sia candidato sindaco della città di Alcamo. Peraltro lo stesso risulta imparentato.

  6. Leondardo scrive:

    Come fà a candidarsi una persona che difende un presunto mafioso (tale Campo) contro cui il Comune di Alcamo si è costituito parte civile con delibera n. 221 del 2013?

    Niente da dire sulla persona, ma sull’opportunità e sul conflitto di interessi.

    • S.Campo scrive:

      Signor Leonardo, è libero di pensarla come vuole ma non si nasconda dietro l’anonimato. E poi, la candidatura a sindaco nulla c’entra con la professione dell’avvocato. Sebastiano Dara è una persona perbene.. Sicuramente non la conosce. Sono il figlio di quello che lei appella come “presunto mafioso”. Salvatore Campo.

  7. Valentina scrive:

    Auguri consigliere Dara

  8. Saro scrive:

    Purtroppo non c’è ancora sensibilità e consapevolezza pubblica , e ancor meno nel movimento Abc o negli altri partiti politici, relativi conflitto di interessi senza le quali non vi può essere progresso

  9. Serena scrive:

    Secondo me e come che c’entra, uno che difende i mafiosi non può fare il sindaco in Sicilia, per quanto persona stimata e professionalmente corretta sia. E come dicono tanti questione di opportunità, nella delibera 221 del 2013, si legge che difende anche tale Bonura, che è accusato di essere il presunto capo mafia di Alcamo.

  10. Leonardo scrive:

    Sig. Campo perchè Le interessa sapere chi sono?
    Ho espresso un mio pensiero liberamente. Ho scritto peraltro presunto mafioso, LA PRESUNZIONE DI INNOCENZA VALE SEMPRE.
    Detto questo ribadisco per me c’è un conflitto di interesse il Comune Parte Civile il Dara difensore dei presunti o accusati di appartenere all’organizzazione criminale denominata MAFIA.

    • S.Campo scrive:

      Sig. Leonardo, non mi interessa sapere chi è, semplicemente non condivido la sua volontà di nascondersi dietro l’anonimato, che pure è libero di fare, ma che personalmente abiuro. Così come non condivido la sua idea, peraltro labile, di eventuale conflitto di interesse. Potrebbe lei stesso, per il bene della sua città, indicare il nome di candidato ideale a sindaco della città di Alcamo Ad maiora!

  11. Ben scrive:

    Alcamo ha bisogno di linfe vitali e competenti….troppi burocrati spuntati dal nulla hanno governato questa citta…questo grazie ad un popolo cieco e sordo…le faccio i miei auguri. In campagna elettorale…come lei ben sa….ogni occasione è buona x screditare….l avversario. Auguri sinceri …

  12. Leonardo scrive:

    Il candidato sindaco ideale non deve avere nessun rapporto, nemmeno di lavoro, con appartenenti all’organizzazione criminale denominata MAFIA.
    . e basta.

    Sig. Campo rispetto e capisco il suo punto di vista, ma questo è il mio.

    La MAFIA e chi ha rapporti con essa non deve avere niente a che vedere con il Comune, se no ritorniamo indietro di 50 anni.

    Faccia l’avvocato ma lasci stare le istituzioni.

    • S.Campo scrive:

      Per me il suo è un preconcetto. L’avvocato Dara è una persona trasparente. La saluto.

      • Saro scrive:

        Il conflitto di interesse non è un preconcetto contro nessuno, ovviamente. È UN SEMPLICISSIMO principio che,oltre che per buona creanza, andrebbe regolato anche per legge sebbene, fino ad oggi, i partiti e i movimenti politici si siano ben guardati dal farlo. Questo non si riferisce a nessuno in particolare. Ne al caso in questione, ne ai geometri o tecnici dei comuni che poi facciano anche la libera professione (con un altro tecnico per prestanome) , ne al medico che lavori in ospedale dove bisogna aspettare parecchi mesi per un intervento ma che se si passi dal suo studio privato ti riserva ben altro trattamento, con le stesse apparecchiare pubbliche all’ospedale stesso (procedimento detto intramurario) , ne etc. etc., ne di chi abbia più di un lavoro magari anche pubblici . È tutto solo una questione di CIVILTA’ che, fino ad oggi, secondo l’opinione dei nostri politici, la nostra Società non ha ancora meritato di avere. Forse non se ne può dare una colpa neanche a molte persone comuni. Siamo purtroppo confusi e presi in giro da sempre.

  13. Saro scrive:

    Saro scrive:
    Il tuo commento è in attesa di moderazione.
    26 marzo 2016 alle 19:42
    Il conflitto di interesse non è un preconcetto contro nessuno, ovviamente. È UN SEMPLICISSIMO principio che,oltre che per buona creanza, andrebbe regolato anche per legge sebbene, fino ad oggi, i partiti e i movimenti politici si siano ben guardati dal farlo. Questo non si riferisce a nessuno in particolare. Ne al caso in questione, ne ai geometri o tecnici dei comuni che poi facciano anche la libera professione (con un altro tecnico per prestanome) , ne al medico che lavori in ospedale dove bisogna aspettare parecchi mesi per un intervento ma che se si passi dal suo studio privato ti riserva ben altro trattamento, con le stesse apparecchiare pubbliche all’ospedale stesso (procedimento detto intramurario) , ne etc. etc., ne di chi abbia più di un lavoro magari anche pubblici . È tutto solo una questione di CIVILTA’ che, fino ad oggi, secondo l’opinione dei nostri politici, la nostra Società non ha ancora meritato di avere. Forse non se ne può dare una colpa neanche a molte persone comuni. Siamo purtroppo confusi e presi in giro da sempre.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>