Ad Alcamo Di Maio su una panchina e Noto in un Gazebo con patrocinio del Comune

Pubblicato: martedì, 1 marzo 2016
Vota l\'articolo
3
Vota l\'articolo
7

il comune è casa loroDisparità di trattamento è la “denuncia” del Movimento 5 Stelle di Alcamo, ma anche un esempio di “diversità”. In un comunicato i 5 Stelle alcamesi esordiscono chiedendo: “Li riconoscete in foto? Il primo è Luigi Di Maio (VicePresidente della Camera) il secondo è Gaspare Noto, accompagnato da Mimmo La Monica (referenti dei “nuovi” coraggiosi di Ferrandelli).
Cosa hanno in comune?
Entrambi sono stati in piazza Ciullo ad Alcamo ed entrambi hanno fatto richiesta di suolo pubblico per incontrare i cittadini.
Il risultato?
Di Maio su una panchina con energia elettrica donata da un bar, Noto invece dentro un confortevole gazebo illuminato davanti il municipio con tanto di patrocinio del comune”.

Autorizzazione:

 

Letto 4045 volte.
5 Commenti
Dì la tua
  1. Maverodicono? scrive:

    Sveglia alcamesi! Buttiamoli fuori dalla nostra città

  2. gaspare noto scrive:

    Rincresce apprendere, che l’On. Di Maio, Vice Pres. della Camera dei Deputati, esponente del M5 Stelle, non abbia ottenuto l’autorizzazione in piazza Ciullo in Alcamo.
    Non comprendo chi sarebbe stato beccato! Considerato che abbiamo rispettato le procedure e la richiesta è stata formulata secondo il regolamento comunale come suggerito dal Comune.
    Inoltre il gazebo è stato affittato dai sostenitori del movimento “I Coraggiosi”.
    Ritengo poco elegante “cerchiare” il volto delle persone, invece, sarebbe più corretto, eventualmente, un chiarimento tra il M5 stelle e l’Amministrazione Comunale.
    Gaspare Noto
    Mimmo La Monica

  3. Falce&Mantello scrive:

    I nuovi Tony Curtis e Roger Moore:
    ATTENTI A QUEI DUE.

  4. Caca Alleggio scrive:

    Hanno ragione I 5 stelle: devono avere tutti I privilege della casta anche loro.
    Del resto ne hanno gia’ tutti I difetti.
    Per esempio dicevano di non volere votare il “canguro” per fare passare le unioni civili per la procedura con cui si votava ed ha dato la colpa al PD. Poi ieri ha ammesso che non hanno votato perche’ vogliono un referendum perche’ non sono sicuri su cosa sia giusto fare.

    Fonte
    http://www.repubblica.it/politica/2016/03/01/news/di_maio_un_bambino_non_puo_diventare_una_merce_-134563700/

  5. Dottor Di Maio “c’è chi può “è chi non può “io ho apprezzato la sua panchina che sarebbe dove i cittadini Alcamesi sono stati piazzati!per quanto i privilegi dei “Coraggiosi” hanno ragione c’è tanto da chiarire con l’amministrazione comunale, che non solo non hanno mai dialogato con chi non ritengono che la pensino come loro! Ma sopratutto da coraggiosi ci vuole faccia a presentarsi dopo che è stato distrutto quel poco di buono che politicamente si era costruito! Con la latitanza!dottor Di Maio continui con le panchine , sicuramente in momenti di scrisi gli Alcamesi lo apprezzeranno di più “” meglio “Essere che Apparire ” lo dice il proverbio non io!

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>