Il complesso bandistico della città di Alcamo risponde al sindaco Bonventre

Pubblicato: giovedì, 2 aprile 2015
Vota l\'articolo
11
Vota l\'articolo
1

090917Banda1ALCAMO – La decisione di non suonare alla processione del Venerdì Santo è stata una scelta maturata nel tempo e non presa solo per semplici motivi economici. Questo quanto emerso da un comunicato inoltrato dal Premiato Complesso Bandistico Città di Alcamo,  che attraverso una nota, ha reso pubbliche le motivazioni che hanno portato a tale conclusione. Nella stessa si danno inoltre risposte alle critiche sollevate da Bonventre in un comunicato. Di seguito il comunicato integrale.

“Ci siamo sentiti profondamente amareggiati e offesi, nell’ apprendere le strumentali parole del Sindaco Bonventre , sulla vicenda che ci vede nostro malgrado protagonisti. Riteniamo quindi doveroso dare dei chiarimenti  alla cittadinanza alcamese che da sempre ci mostra stima e affetto.

La scelta sofferta di non suonare durante la processione del Venerdì Santo ad Alcamo è conseguenza dell’atteggiamento equivoco e nei fatti, poco rispettoso, tenuto in questi mesi dall’Amministrazione Comunale nei nostri confronti.

Il contributo che per anni abbiamo percepito, suddiviso per i 50 musici è sempre stato simbolico e non paragonabile con l’impegno profuso  e nonostante ciò, il nostro amore per la tradizione e la musica ha tenuto sempre viva questa realtà. I contributi sono stati usati sempre come uno stimolo per le nuove leve,  un rimborso spese per i musici per la manutenzione di strumenti e divise che, ricordiamo, da più di 15 anni non sono state rinnovate.

Per meglio chiarire il nostro malumore è opportuno precisare alcuni eventi.

Nel mese di Dicembre il Sindaco Sebastiano Bonventre aveva assicurato che per le manifestazioni del 2014 il contributo di Euro 15.000,00 per il Premiato Complesso Bandistico Città di Alcamo era garantito.

Nel mese di Febbraio 2015, dopo che avevamo già  iniziato da un mese le prove per prepararci come ogni anno, alle marcie funebri da eseguire per il  Venerdì  Santo, l’Assessore Grimaudo durante una serata di studio ci ha informato che il contributo previsto per tutte le manifestazioni comunali effettuate nel 2014 era pari a 0 (zero), senza possibilità di recuperare le somme, addossando tutta la responsabilità ai consiglieri comunali. (“Scurdativilli” testuali parole dell’ ‘Ass. Grimaudo  ). Immediatamente tutti i musici hanno esternato il loro disappunto.

A questo incontro ne è seguito un secondo nel quale lo stesso assessore ci ha presentato una fantomatica convenzione che non teneva conto delle nostre reali esigenze :  convenzione che ovviamente sarebbe stata stipulata solo dopo la nostra partecipazione alla processione del Venerdì Santo. Viste le precedenti promesse non mantenute, non c’erano i presupposti per fidarsi.

Il 19 Marzo 2015, abbiamo incontrato il Sindaco e alcuni assessori. Eravamo convinti che  avremmo trovato una soluzione concreta per il contributo del 2014, ma anche questa volta, il loro solo scopo era di assicurarsi una banda per la processione  ormai imminente, e ci stato riconfermato che per il contributo del 2014 avremmo dovuto rinunciare definitivamente.

In questa occasione, successivamente al nostro definitivo diniego a partecipare alla processione del Venerdì  Santo, ci hanno comunicato che nelle settimane precedenti avevano già cercato di contattare altre bande presenti sul territorio. A quel punto e solo in quel momento, ci siamo ritenuti liberi da ogni impegno.

Una settimana più tardi abbiamo ricevuto la visita del presidente della Banda “Monte Iato” che gentilmente ci ha informato di essere stato contattato dal Comune, e stranito, ci ha richiesto informazioni circa il nostro mancato impegno.

Apprendiamo oggi  che l’Amministrazione Comunale Alcamese ha stanziato delle somme come  compenso per la nuova banda ingaggiata. E’chiaro che i soldi quando vogliono sanno dove trovarli.

Replichiamo al sindaco che nessuno più di noi conosce l‘importanza nel mantenere e sostenere le tradizioni popolari del nostro territorio;  che sono false le notizie che il Premiato Complesso Bandistico “Città di Alcamo” andrà a suonare alla processione dei Misteri , poiché ‘ a farlo saranno soltanto 6 elementi, in maniera autonoma;  che l ‘appellativo “mercenari” attribuitoci dal Sindaco in una sua dichiarazione è fuori luogo e parecchio offensivo nei confronti di noi che abbiamo suonato gratuitamente ad eventi organizzati dal Comune di Alcamo in diverse occasioni. Non ultimo ricordiamo a questa amministrazione che nell’ ultimo anno come da regolamento non è stato rinnovato il contratto al maestro della banda e che  nostre spese siamo stati diretti nelle prove dall’amico Maestro Baldo Barone.

Concludiamo dicendo, che scegliamo di non suonare durante la processione del Venerdì Santo per sottolineare alla cittadinanza tutta, la scarsa considerazione che quest’ amministrazione comunale ha dimostrato nei nostri confronti . Speriamo che questa nostra scelta non sia fraintesa e si comprenda la nostra amarezza e le nostre motivazioni.

Invitiamo il sindaco e l’assessore Grimaudo ad un incontro anche pubblico per chiarire tutta la vicenda, dove oltre ad aspettarci le doverose scuse per l’appellativo usato “mercenari”, venga trovata una soluzione per il bene di Alcamo e delle sue tradizioni.

Noi non siamo interessati ad ad alcun “braccio di ferro” con questa Amministrazione poiché il nostro amore per la musica non potrebbe  mai scontrarsi con il “potere”.

E Rimaniamo in attesa del contributo dovuto  per i servizi che sono stati svolti durante l’anno 2014 che elenchiamo sotto per .

– Processione Venerdì Santo 2014

– 25 Aprile  – Festa della liberazione

– ATTIVITA’ ……IN CORSO (non in programma )del 17/05/2014

– Corpus Domini 2014

o Sfilata la mattina

o Processione

– Festa di Maria Santissima dei Miracoli

o Giro mattutino del 19/06/2014

o Giro mattutino del 20/06/2014

o Calata al Santuario del 20/06/2014

o Giro mattutino del 21/06/2014

o Messe Solenne del 21/06/2014

o Processione con autorità del 21/06/2014

o 04 novembre 2014 – Sfilata per le Forze Armate

o Festa dell’Immacolata 2014

o Sfilata con le autorità del 07/12/2014

o Ninnaredda alle ore 04:30 del mattino  per le vie cittadine del 08/12/2014

o Processione con le autorità del 08/12/2014″

 

Letto 3815 volte.
8 Commenti
Dì la tua
  1. Margherita scrive:

    Spererei che il nostro sindaco non percepisca alcuno stipendio per questo pseudo servizio da lui svolto, visto che reputa che richiedere una remunerazione per il proprio lavoro sia un atteggiamento da mercenari. Sostengo vivamente la decisione della banda, perché non c’è nulla di più svilente che un argomentazione volta a dimostrare le motivazioni per cui un lavoro, qualsiasi esso sia, debba non essere pagato. Ma d’altronde, lasciatemelo dire, questo comportamento mi sembra perfettamente coerente con la linea di arroganza e supponenza che l’amministrazione ha assunto prima ancora delle elezioni.

  2. Antonio scrive:

    Mi sembra di notare delle incongruenze nel contenuto della nota tra le quali la prima è quella di rivolgere accuse circa responsabilità al Sindaco Bonventre che verosimilmente è all’oscuro di tutto in quanto impegnato per lo svolgimento della professione di PROFESSORE nonchè medico e quindi totalmente assente da Alcamo;
    la seconda incongruenza penso possa essere ravvisata nella circostanza di avere creduto a coloro che già nel passato hanno turlupinato l’intero popolo alcamese e quindi si può pensare a quel saggio detto che recita “chi è causa del suo mal pianga se stesso”.
    Ritengo che nessuno possa lavorare senza compenso e questo è dimostrato dalla Giunta che dopo avere riempito gli occhi con promesse di rinunzia a quanto “Spettante” in silenzio è tornata a contribuire a svuotare le casse comunali congiuntamente ai consiglieri comunali.
    AVETE FATTO BENE A SCEGLIERE DI SUONARE ALTROVE anche se mi sarebbe piaciuto anche quest’anno sentire le Vostre note, e non penso che la “benattia” possa sostituire anche questo.

  3. Gaspare scrive:

    Non posso credere che per l’attività sopra riportata non sia stato percepito alcun compenso …. altro che mercenari … si può parlare di puro mecenatismo a titolo gratuito, sicuramente non esercitato dal Sindaco, dalla giunta e dai politici tutti che sono lungi dal rinunziare ai “giusti compensi” esercitando l’arte molto antica del .. “aiutati chi diu t’aiuta” e poco conta se la città affonda.
    Cari concittadini che bella scelta abbiamo fatto, e proprio per tale scelta che non dobbiamo lamentarci ma abbiamo il dovere di mettere a luce le continue malefatte di questi Signori per non dimenticarle fra un paio di anni … se dureranno.

  4. Gaetano scrive:

    Ricordo benissimo che per la festa della Madonna vi siete fermati in viale Europa, sotto la casa del Sindaco, che per ascoltarvi si è privato, con grande spirito di abnegazione di recarsi a Palermo, e Voi ingrati volete pure contributi?
    VERGAGNATEVI!!!!!!!!!!!

    • Dario scrive:

      Chiunque tu sia vai a cagare… Spero vivamente che anche tu possa svolgere un servizio per il quale ti siano promessi dei soldi e poi che questi stessi ti vengano negati!

      • Gaetano scrive:

        Caro Dario capisco che devi ancora imparare a leggere la satira… sono totalmente dalla parte della Banda ed il mio commento è solo e solamente una critica al Sindaco che ha brillato fino ad oggi solo per la grande assenza e per l’assoluta incapacità politica.
        Spero che Lei possa rileggere il mio commento alla luce del presente chiarimento e se continua a non capire se ne faccia una ragione.

  5. “Pazienza ragazzi, Pazienza, non dimenticate che alcuni componenti, della danda musicale sono dipependenti Comunali con contratto a tempo indeterminato. “Quindi abbiate pazienza tutto si sistemerà domani! Auguro a tutti voi una serena e pacifica” PASQUA!

  6. Simone scrive:

    Piena solidarietà al complesso bandistico e all’umile e faticoso lavoro, che svolgono i componenti durante le prove e poi di conseguenza durante i rituali cittadini. Basterebbe che tutta la giunta comunale si riducesse di qualche punto percentuale lo stipendio o i vari compensi o gettoni di presenza durante l’anno, per trovare le economie, e garantire il compenso pattuito ai musici di tutta la banda musicale. Questo per dare un segno di “Amore” alla poltrona cittadina del Palazzo di città, che occupano. Ma pensare che si possa arrivare a questo, è da pazzi.Abbia il coraggio la giunta di non partecipare alla processione del Venerdì Santo, e se cosi non fosse, abbia allora il coraggio la cittadinanza di voltare loro le spalle, al loro passaggio……………Andate via

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>