Le proposte del comitato cittadino

Pubblicato: giovedì, 2 gennaio 2014
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

ALCAMO. Domenica scorsa si è svolta l'assemblea cittadina fortemente voluta dai cittadini che avevano manifestato nei giorni precendenti a causa dell'eccessivo aumento della tares. A conclusione dell'assemblea il comitato rappresentato dal Sig. Cusumano ha chiesto al Sindaco l'impegno di far proprie le richieste dei cittadini. Il documento presentato contiene le seguenti istanze:

Controllo e conteggio Tares, intendendo con esso le quadrature, le tariffe e il gettito reale (impegno che il comune ha preso la mattina stessa per i giorni a venire); dilazionamento rateale al massimo della Tares; Imu, applicazione al minimo di aliquote comunali e recepimento agevolazione comunale prima casa; stabilire un tempo minimo di presenza per lo scatto del gettone per i consiglieri comunali e convocazione del consiglio in ore diurne per evitare lo scatto del doppio gettone al superamento della mezzanotte (la prima parte è già inserita nel regolamento del consiglio comunale); riduzione dell'eventuale mensilità percepita dai consiglieri comunali e spending review genenerale dei costi non necessari (i consiglieri non percepiscono una mensilità ma gettoni in base alle presenze in consiglio e nelle commissioni); riorganizzazione del personale, dipendenti e precari in carica al comune, con utilizzo del personale in lavori utili alla città, come pulizia spiagge, ville e strade; rimodulazione del contratto di raccolta rifiuti con un nuovo che miri ad una riduzione sensibile e tangibile dei costi del servizio e informatizzazione di tutti gli uffici comunali per evitare il cartaceo che ha un costo totale sostanzioso (circa 200 mila euro diceva qualche minuto dopo il sindaco); proiezione in diretta su schermo in piazza di tutte le riunioni del consiglio comunale ( che ha attualmente la possibilità di essere seguito in streaming e comunque rimane pubblico a tutti i cittadini); sistemazione della rete idrica al fine di evitare carenza d'acqua e ulteriore aggravio di costi per le famiglie per l'utilizzo di autobotti; riorganizzazione dell'ufficio SUAP (Sportello Unico Attività produttive) secondo quanto previsto dalla normativa vigente; riduzione tasse comunali relativamente all'occupazione di suolo pubblico e rilascio concessioni/autorizzazioni; accelerazione dell'iter formativo per la revisione del Piano Regolatore Generale; rispetto della legalità e trasparenza così come richiesto dalle aziende anche i locali pubblici, come scuola, uffici comunali, ospedali, etc, devono adeguarsi alle norme riguardanti la sicurezza sui luoghi di lavoro, la sicurezza e certificazione degli impianti elettrici nonchè risparmio ed adeguamento energetico degli edifici; rinuncia da parte dei consiglieri comunali all'aumento del gettone di presenza e al rimborso visto lo sforamento del patto di stabilità; valutare l'inserimento all'interno delle commissioni consiliari di rappresentanti appartententi ad associazioni cittadine; correzione del bando pubblico per l'assegnazione di aree per la pubblicità verso terzi, nonchè costituzione di un tavolo tecnico per apportare ulteriori miglioramenti al regolamento pubblicitario comunale.

Il comitato con il documento presentato e firmato dal sindaco si riserva comunque la possibilità di apportare ulteriori proposte e richieste.

Letto 450 volte.
Nessun commento
Dì la tua
  1. La Voce ha detto:

    …tantissimi parole e mai fatti concreti !
    …vedreti che non cambierà niente !
    …Legalita’ e Trasparenza ad Alcamo ?….ahahaha !!!

  2. […] IL POPOLO ALCAMESE SI RIBELLA. Dopo l’assemblea del 29 dicembre, in cui avevano presentato un documento con 17 punti che sottoponevano all’amministrazione e alla cittadinanza tutta, adesso […]

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>