Che ci crediate o che ci stiate…

Pubblicato: venerdì, 11 maggio 2012
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

ALCAMO. Da qualche giorno, a partire dal momento in cui il ballottaggio è diventato certezza, sui social network gli alcamesi sembrano tutti uniti nel seguire una nuova moda. Si tratta della voglia di dirsene quattro tra "avversari" politici puntando a screditare l'altro, chiunque esso sia, con tutti i mezzi possibili e lavorando su offese per lo più gratuite e prive di fondamenti logici o reali.

"Avversari" politici che sono diventati tali solo perchè hanno deciso di sposare una causa piuttosto che l'altra, mentre l'amico di sempre ha fatto la scelta contraria. Pensarla diversamente non è un buon motivo per screditare gli altri con tutti i mezzi a disposizione. Aver deciso di partecipare attivamente e condividere una causa  fino in fondo non è una giustificazione per porre fine ad amicizie durature. Parliamoci chiaro... Dal 21 maggio torneremo ad essere i cittadini di sempre e a dover vigilare su quanto qualsiasi amministrazione stia facendo per noi e per la nostra città.

L'inasprimento dei toni, inoltre, non giova a nessuno nè tantomeno ai cittadini stessi che stanchi di qualsiasi politica lontana dal loro bene si stancheranno presto anche delle sterili polemiche che vi stanno intorno e non risolvono alcun problema pratico.

Alcamo è degli alcamesi, da qualsiasi parte politica stiano, vogliano stare o anche se hanno deciso di non schierarsi. Saranno loro a decidere chi li governerà e si spera siano sempre loro a tenere gli occhi aperti su quanto accadrà in Comune e chiunque ci sia a prendere delle decisioni.

Che si continui a parlare, scrivere ed esprimere opinioni ma che lo si faccia con stile, pacatezza e arguzia piuttosto che lasciandosi andare alle offese. Probabilmente si convince più gente alla partecipazione con un buon dialogo e delle valide opinioni che con l'attacco gratuito e personale di qualsiasi avversario politico.

L'unica nota positiva di tutto questo fermento è l'attenzione verso la politica intesa come partecipazione civile, ma abbiate il buon senso di continuare a starci e crederci anche dopo le elezioni perchè è questo che vi renderà cittadini attivi e attenti, e nondimeno liberi, per chiunque abbiate votato.

Letto 508 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>