Lotta al volantinaggio selvaggio

Pubblicato: sabato, 7 aprile 2012
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

Il volantinaggio selvaggio è una piaga che colpisce molte città, anche Alcamo. Il ruolo di tale metodo di pubblicità è promuovere, ma molte volte ha un effetto contrario: infatti, indispettisce la gente, quindi l'immagine del prodotto ne risulta compromesso. Tutto questo le società che si occupano di volantinaggio e promozione lo sanno, infatti molto probabilmente, come in ogni grande famiglia, c'è la pecora nera che con azioni non corrette rovina il sistema. In una città come Alcamo, attenta all'ambiente, il metodo del volantinaggio, quando fuori controllo, non è ben visto. Questo avrà spinto il Sindaco di Alcamo, Scala, a emanare un'ordinanza che vieta la pubblicità mediante il volantinaggio su tutto il territorio comunale. La distribuzione di volantini, manifesti o altro materiale pubblicitario potrà essere fatta solo se quest'ultimi saranno inseriti nelle cassette postali o consegnati direttamente "brevi manu".

I trasgressori (sia le aziende intestatarie della pubblicità, sia il personale addetto alla distribuzione) saranno soggetti al pagamento delle sanzioni pecuniarie amministrative da 25 a 500 euro.

Letto 693 volte.
Nessun commento
Dì la tua
  1. Internauta ha detto:

    @Luigi Culmone, Pur non condividendo molte cose di questo giornale, mi sento obbligato, come cittadino libero, ad intervenire in difesa dello stesso. L’articolo è una semplice notizia, che non patteggia per nessuno, e va contro coloro che inquinano. Signor Culmone, la sua posizione risulta pericolosa, non è che per dare lavoro dobbiamo permettere quello che lui stesso chiama “devastazione della natura”? Poi ritorno a dire questa testata da notizia, è pericoloso dire: “l’enfasi con cui questa encomiabile(per altri versi) testata riprende la non notizia”. la notizia c’è, cioé quella che fa infervorare Culmone: devastazione della natura e sfruttamento dei ragazzi. Nell’articolo non ravviso niente contro i “volantinatori”, ma solo contro alcune ditte che vanno “contra legem” e inquinano. Io faccio parte di una testata giornalistica e so cosa significa informare, quindi esprimo solidarietà a tutti coloro che collaborano a “Alqamah”.

    • luigi culmone ha detto:

      E’ vigilia di Pasqua e non ho voglia di polemizzare con nessuno…tantomeno con il gentile Inter-nauta (siamo ambedue interisti?), da piu’ vecchio giornalista alcamese dopo il mitico Pfm mi sono con con lieve ironia e riaffermando la mia stima per la testata che sono ben altre le battaglie da fare per la tutela della Bellezza , del Paesaggio , dell’integrita’ della natura che la stampa alcamese dovrebbe fare..inoltre volevo e voglio esprimere la mia solidarieta’ a tutti coloro che per portare una miseria a casa faticano …sfidando anche il moralismo benpensante di tanti sepolcri imbiancati (visto che siamo a Pasqua). E non mi riferisco ed Ella caro Inter-nauta a cui rivolgo un affettuoso augurio di una Santa Pasqua , augurio che estendo “toto corde” alla redazione di questa testata e dei lettori. W la stampa libera e w i ragazzi che con una pesante sacca sulle spalle macinano chilometri sotto qualsiasi tempo. Forza ragazzi , Cristo e’ Risorto anche per Voi ..vi auguro tanta fortuna evidentemente non avete alle spalle famiglie benestanti …ma con Voi avete Cristo e molto piu’ indegnamente la mia simpatia……

  2. Internauta ha detto:

    La discussione è sempre salutare e in più tra interisti è magnifica. A quanto pare abbiamo in comune una simpatia per Alqamah. Ritornando alla discussione, volevo solo dire che quest’articolo a me ha dato la sensazione di attaccare l’illegalità e quindi quelle aziende che sfruttano i ragazzi, costretti ma gare ad elemosinare questo lavoro, che ha la sua dignità come tutti i lavori. Io ho fatto parte per un piccolo periodo della CGIL, e ti posso dire che ne ho visti di sfruttamenti, quindi mi trovi della tua stessa tensione umana nei confronti dei ragazzi che fanno volantinaggio. Chi ce lo dice che quest’articolo non faccia parte di una battaglia a favore dell’ambiente? Il problema è perché si nomina il politico? Infine mi auguro sempre di trovare persone come te per discutere civilmente e liberamente. Auguri di Buona Pasqua.

  3. Ugo Latella ha detto:

    Nel fervore dello scontro dialettico, forse vi è sfuggito che si tratta della rimodulazione di un’ordinanza che ha più di due anni di vita. Nella prima stesura veniva vietato il volantinaggio c.d. selvaggio, consentendo soltanto la consegna a domicilio dei depliants e prevedendo una sanzione molto onerosa. Adesso, com’è più giusto, viene consentita anche la consegna a mano ed è stata diminuita la sanzione.

  4. giovanni ha detto:

    ma non vi preoccupate poi ci pensa la malavita a riciclare il tutto: senza distinguere nulla!!!

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>