Marcello Asta e Nicola Terranova eletti segretario e vice-segretario dei GD Trapani

Pubblicato: domenica, 11 marzo 2012
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

TRAPANI - Si è svolto ieri a Trapani il congresso provinciale dei giovani democratici per eleggere il Segretario ed il vice-Segretario Provinciale.

Il congresso ha eletto all'unanimità dei presenti l'alcamese Marcello Asta, alla guida del movimento provinciale, e il trapanese Nicola Terranova, come suo vice.

Secondo il neo segretario "occorre dare continuità ad un percorso d'innovazione e dignità all'interno del partito e dei giovani. Sono entusiasta di questo incarico e cercherò di impegnarmi al massimo".

Grintose anche le dichiarazioni del vice-segretario Nicola Terranova: "Lavorerò per un rilancio dell'azione giovanile all'interno del partito e tra i giovani. Credo in un forte rinnovamento della classe dirigente, ma non in una rottamazione".

Letto 1121 volte.
Nessun commento
Dì la tua
  1. Il Cittadino Vigile ha detto:

    Rinnovamento della classe dirigente del PD ?
    Ad Alcamo il PD non cambierà mai,perche comanda solo Papania e Scala !!!
    il candidato a Sindaco sarà Papania…questo è cambiamento ?
    ci vuole un cambiamento CHIARO E FORTE !!!
    Ad Alcamo il PD è solo fiume di parole !!!

  2. Libellula ha detto:

    Ci vuole rispetto per il pd, per chi lo vota, per i giovani come Marcello che vi militano con orgoglio ed entusiasmo. Ci vuole buona educazione,evitare di citare persone che non vi rispondono per decenza e,semmai,fare proposte alternative sperando che convincano qualcuno.

  3. Roberto ha detto:

    Libellula!!!!!!! le suggerirei di evitare il tifo da ultras di curva nord e consenta piuttosto agli altri di esprimere le proprie idee. non mi pare che qualcuno abbia offeso qualcuno. Arrivati a questo punto della storia conosciamo tutti e tutto, anche questo giovane marcello, delfino del piu’ famoso antonio fundaro’.

  4. libertas ha detto:

    La storia di questa cittá è fatta anche di uomini come Nino Papania, Franco Contento, e Giacomo Scala, da donne come Franca Milito, da giovani come Marcello Contento. Percorsi diversi che, seppure lontani tra loro, hanno permesso a questa città di diventare laboratorio politico e punto di riferimento per il comprensorio. Talvolta anche per la politica nazionale. Cambiare non vuol dire disconoscere tutto ciò e buttare a mare idee, programmi, donne e uomini, facendo finta che nulla sia cambiato da quel 1993. Nascondere e mistificare la storia è una operazione che non appartiene alla sinistra italiana. Papania é il protagonista più illustre di questo cambiamento culturale. Scala è certamente il miglior sindaco che Alcamo abbia mai avuto. E Franca Milito e Francesca Messana sono le donne che più e meglio hanno interpretato questo cambiamento di genere. Da uomo di sinistra non mi chiedo se il cambiamento debba, per forza, passare da un cambiamento di uomini e donne, quanto piuttosto quale siano le donne e gli uomini che servono per non far ripiombare Alcamo nel buio. Da uomo di sinistra non valuto i giovani dalla loro capacità di affrancarsi dalla storia e dagli uomini. Non so di chi è delfino Marcello Asta o di chi è figlio Marcello Contento. Sarà il nome ma sono tra i giovani che più e meglio interpretano questo percorso che cresce a cavallo tra storia e cambiamento, senza operazioni che offendono la intelligenza di uomini e donne di sinistra, di questa sinistra alcamese. Guardiamo di più all’interesse della città e un po’ meno alla rabbia, umana, e al particularismo diffuso. W Alcamo e questo centro sinistra

  5. libertas ha detto:

    Sempre gli stessi nomi? E Ubaldo Ruvolo, genero di Enza Bono Parrino? E Giacomo Sucameli, figlio dell’ex sindaco Peppe? E Mimmo Turano, figlio dell’ex sindaco Vito? Per non parlare di Abc che ha tra i suoi attivisti il genero ed i nipoti del piú noto amico di Mannino! Amici, figli e parenti. Ma non possiamo certo impedirgli di fare politica per il sol fatto di avere piú illustri genitori, parenti o amici. Questa non é politica. Questa non é campagna elettorale. Servono idee e programmi. Su questo bisogna cercare il confronto.

  6. Giuseppe Butera ha detto:

    Buon giorno a tutti,
    condivido pienamente il commento di Alessandro Calvaruso, io conosco Marcello molto bene e sono sicuro che lui merita di essere il nostro segretario provinciale in quanto è una persona preparata e ha le capacità di sostenere il compito che gli è stato affidato. Ammiro i ragazzi che in un momento brutto della vita della nostra Italia si mettono in discussione. Sarebbe bello che lo facessero tutti.
    Sono troppo giovane per esprimere un giudizio sugli uomini che governano Alcamo. Ho amici di Camporeale, Castellammare, Balestrate e Calatafimi. Anche di Palermo. Ma Alcamo me la invidiano tutti. Che pulizia, che accoglienza, che dinamismo. Sarà di qualcuno il merito di tutto ciò!!! O per caso si è fatto tutto da solo? Ed allora finiamola. I ragazzi vogliono altro che queste inutili e sterili polemiche. Chi vuole fare lo faccia pure. Metta il volto ed il nome. Solo allora sarà credibile.
    Scrive Andrea Mucciolo “Conosco molti uomini che si vergognerebbero a piangere davanti agli altri, ma finora non ne ho incontrato neanche uno che provi vergogna a dire sciocchezze in pubblico”.
    I ragazzi “onesti” non vogliono più sciocchezze.

  7. Roberto ha detto:

    Ahahahahah 6 e 7 maggio

  8. Il Cittadino Vigile ha detto:

    Alessandro Calvaruso è il passato fallimentare della politica alcamese…come si vede chiaro ci sono persone che non vogliono il cambiamento sono attaccati alle Poltrone & Potere !!!

  9. Roberto ha detto:

    Cittadino vigile……Calvaruso e’ il nuovo che avanza. La sua azione politica e’ trasparente ed efficace. Basta osservare la rete viaria della nostra citta’. Calvaruso sarebbe il sindaco ideale. Calvaruso potrebbe essere tutto cio’ che di superlativo ci possa essere. Informatevi sul suo conto. Comunquemente, qualunquemente calvaruso

  10. Roberto ha detto:

    Grazie all’assessore ai lavori pubblici le strade non hanno buche ma crateri. l’acqua sgorga da qualunque parte, peccato non si tratti di petrolio. Bagni pubblici chiusi con la presa per i fondelli che stanno lavorando per ripristinarli. Viabilita’ rurale in condizioni pietose. Comunq

  11. Roberto ha detto:

    Comunq…..uemente qualunquemente un applauso agli unici depositari del sapere, della correttezza che non si collegheranno piu’ al quotidiano online. Domani faro’ un giorno di digiuno per il profondo dolore.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>