Processo d’appello a Cuffaro

Pubblicato: venerdì, 2 marzo 2012
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

PALERMO- Forse anche l'ex governatore siciliano, Salvatore Cuffaro, ha pensato di essere "al centro di un accanimento giudiziario" dopo che il procuratore generale di Palermo, Luigi Patronaggio, ha chiesto la riapertura dell'istruttoria dibattimentale alla prima udienza del processo d'appello. Processo nel quale risulta imputato di concorso in associazione mafiosa e che si sta celebrando presso la sesta sezione presieduta da Biagio Insacco.

A indurre l'accusa a riaffrontare l'istruttoria sono state le ultime rivelazioni del pentito Stefano Lo Verso. Questi, dopo la sentenza di primo grado (nella quale fu dichiarato non doversi procedere nei confronti di Cuffaro per "ne bis in idem", ossia il non luogo a procedere per gli stessi fatti per i quali era già stato condannato a 7 anni per favoreggiamento aggravato a Cosa Nostra), ha cominciato a collaborare. Tale  valutazione non è  stata  condivisa dalla procura che ha fatto ricorso in appello contro la decisione. Il pentito Lo Verso, per anni vicino al capomafia Bernardo Provenzano, del quale ha curato anche la latitanza, ha rivelato che Cosa nostra decise di appoggiare Cuffaro alle elezioni e ha parlato di rapporti tra il politico e il padrino di Corleone. Dichiarazioni che, secondo il PG, devono essere approfondite in dibattimento.

Il procuratore generale, nel corso della prima udienza d’appello di ieri mattina, ha chiesto l'acquisizione di alcune sentenze definitive tra le quali quella di condanna dell'ex delfino di Cuffaro, Mimmo Miceli, condannato per associazione mafiosa nell'ambito dell'indagine che poi portò all'incriminazione dell'ex presidente siciliano. Il processo è stato rinviato al 3 aprile. Nell’atto di appello presentato dalla Procura sono stati allegati anche tre verbali di Lo Verso. In uno si fa rifermento alla vicenda di Bernardo Provenzano, negli altri due il boss di Ficarazzi conferma, indirettamente, le accuse di un altro collaboratore di giustizia, Francesco Campanella, che già in passato aveva tirato in ballo Cuffaro.

Letto 749 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>