Festa dell’Albero, ventisettesima edizione

407

Il 19, 23, 24 e 27 novembre 2022 con il Patrocinio del Comune di Trapani, Comune di Erice, Ufficio Pastorale sociale del Lavoro della Diocesi di Trapani e la partecipazione dell’Istituto I & V Florio di Erice, Istituto Nunzio Nasi di Trapani e il centro diurno Oltre L’Orizzonte di Erice, torna la Festa dell’Albero la storica campagna di Legambiente, giunta alla sua ventisettesima edizione. La dedichiamo, oggi più che mai, al contributo degli alberi nella lotta alla crisi climatica e all’insostituibile ruolo che svolgono per la tutela dell’intero ecosistema e della biodiversità. La Giornata Nazionale degli alberi istituita dal ministero dell’Ambiente ed è finalizzata alla promozione della tutela ambientale, alla riduzione dell’inquinamento e alla valorizzazione del verde urbano. Il ruolo importante degli alberi è quello di catturare l’anidride carbonica, producono ossigeno, ci proteggono dal sole evitando il fenomeno delle ‘isole di calore’. Svolgono funzioni fondamentali per mantenere gli equilibri del pianeta ma troppo spesso nelle aree urbane si toglie spazio al verde per dare campo libero alla cementificazione. A partire da Sabato 19, alle ore 10,00, con l’avvio della Festa dell’albero presso il centro diurno Oltre L’Orizzonte di Via Miceli a Erice C.S., a cura dei ragazzi frequentatori del centro e Amministrazione Comunale di Erice, seguiranno iniziative il Mercoledì 23 presso Pizzo Corvo Monte Erice con gli Studenti dell’Istituto Alberghiero I&V Florio di Erice, Giovedì 24 presso la scuola dell’Infanzia e Primaria Don Lorenzo Milani dell’Istituto Comprensivo N. Nasi in Via De Santis Trapani, con i piccoli Alunni e Amministrazione Comunale di Trapani e Domenica 27 sistemazione e piantumazione presso Pizzo Corvo Monte Erice a cura Associazioni e Cittadini di Erice.
La Life Terra, di cui fa parte e che si prefigge l’importante obiettivo di piantare 500 milioni di alberi di cui 9
Festa dell’Albero quest’anno si svolge nell’ambito del progetto Europeo
Legambiente
milioni in Italia nei prossimi 4 anni.
Tutte le messe a dimora che effettueremo in Italia entro il 30 giugno 2025 (di almeno 10 piante per area) saranno inserite nel contatore del Life Terra, si provvederà alla geolocalizzazione delle singole piante, attraverso una web App elaborata nel Life Terra, che ne permetterà la visualizzazione nella
mappa europea del progetto.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteL’associazione Cambiamenti e il circolo del PD di Castellammare del Golfo organizzano le primarie delle idee
Articolo successivoAlcamo. E’ stato autorizzato il pagamento degli arretrati contrattuali dovuti al personale dipendente