Vince Schifani e la Sicilia “conservatrice”

1756

La vittoria di Schifani, il buon risultato di De Luca e la delusione per Chinnici e Di Paola

Vince Schifani e il centro destra. Un risultato in Sicilia che già da tempo era dato per certo, forse anche per il suicidio politico di forze del centro sinistra che prima si dichiaravano unite, ma poi si sono disunite e nel modo peggiore, basta andare a vedere il risultato della Chinnici e di Di Paola sorpassati anche da De Luca, che ottiene un buon risultato. Molto indietro gli altri due candidati: il vicepresidente della Regione Gaetanio Armao, in corsa per il Terzo Polo di Calenda e la rappresentante del movimento Siciliani Liberi Eliana Esposito.

Naturalmente si registrano dichiarazioni di soddisfazione da parte di esponenti del centrodestra e si conferma il dato certo che vede in Sicilia una propensione a premiare posizioni conservatrici, infatti ha dato la maggioranza ad una parte politica che bene o male ha partecipato il più delle volte al governo della Regione, oltretutto non si può negare che Schifani rappresenti la vecchia politica, questo naturalmente non è segno per forza di qualcosa di negativo, ma di certo dà il segno di una certa difficoltà dei siciliani, che si sono recati alle urne, a trovare tra le proposte politiche qualcosa che possa portarli a scelte diverse.

Altro vincitore, per certi versi, è Cateno De Luca che raggiunge la seconda posizione, anche se lui stesso non è soddisfatto del risultato. In molti avevano sottovalutato il “fenomeno” De Luca non ravvisandone le potenzialità date dal rappresentare la concretezza, anche se con gesti e sistemi un po’ troppo plateali e in certi casi rasentando la teatralità.

Di sicuro non soddisfatti la Chinnici e Di Paola candidati, rispettivamente, del Centro Sinistra e del Movimento 5 Stelle, forse puniti dal “teatrino” di una iniziale unione “a freddo”, che si è tradotta poi in una divisione realizzata senza tante spiegazioni.

Dietro distaccati Gaetanio Armao, in corsa per il Terzo Polo di Calenda e la rappresentante del movimento Siciliani Liberi Eliana Esposito. Il primo è stato vicepresidente della Regione nel governo Musumeci, nonché Assessore al Bilancio e ha ricevuto elogi sia all’interno del Governo che all’esterno, ma questo non si è tradotto in voti.

 

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteElezioni, gli eletti alla Camera e al Senato
Articolo successivoSicilia: Claudio Fava si ritira da politica, “Mi fermo qui”
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.