La proposta dei movimenti civici Network al PD trapanese

584

Attraverso una lettera aperta i movimenti civici della Rete Network nel trapanese propongono la candidatura di Francesco Crinelli, vicesegretario provinciale del PD nel trapanese, proveniente dall’esperienza civica Cambia Partanna. Di seguito il testo integrale:

Lettera aperta dei movimenti civici al Partito Democratico

Trapani 14/08/2022

Alla Segreteria Provinciale del Partito Democratico di Trapani (Unione provinciale Pd Trapani)
Alla Segreteria Regionale del Partito Democratico
Alla Direzione Regionale del Partito Democratico (PD Sicilia)
Agli Spettabili Organismi Direttivi del Partito Democratico in indirizzo

Il coordinamento dei movimenti civici che si riconoscono nella rete Network – movimenti civici e cittadini liberi, con il supporto di molti liberi cittadini che hanno espresso apprezzamento al nostro comunicato dello scorso 08 agosto, intende formulare un accorato appello agli Organismi in indirizzo, affinchè venga accolta la proposta di candidatura di Francesco Crinelli nella lista per le prossime elezioni Regionali del 25 settembre.
La disponibilità di Crinelli, Vicesegretario provinciale del Partito Democratico e proveniente dall’esperienza civica di “Cambia Partanna” è una grande possibilità: rappresenta l’opportunità, per tante donne e tanti uomini che difficilmente riescono a riconoscersi in un qualsiasi partito, di votare per una persona del “nostro” mondo, di esprimere e concentrare con entusiasmo un voto di opinione che altrimenti andrebbe disperso.
Non si può certamente tacere il fatto che i movimenti civici nel tempo hanno dato prova di grande consistenza, anche elettorale, in provincia di Trapani e di come abbiano saputo collaborare in modo concreto e tangibile con il Partito Democratico quando questo si sia presentato all’elettorato con figure di rilievo. A questo proposito ricordiamo il notevole contributo dei movimenti al risultato di Pietro Bartolo in provincia in occasione delle ultime elezioni Europee, ottenuto anche grazie ad una serie di iniziative autonomamente condotte nel territorio.
Ma potremmo anche citare le esperienze alle elezioni amministrative in diversi comuni, in cui movimenti e PD hanno spesso corso fianco a fianco, sostenendo gli stessi candidati, nella consapevolezza che quando ci si siede a parlare di contenuti le cose in comune sono molte.
Quello che si chiede è di poter mettere al servizio di una ottima candidatura (fra l’altro di un dirigente del PD provinciale) tutte le potenzialità di una rete presente in molti comuni della provincia e di poterlo fare in tempi celeri, visti i tempi ristretti della campagna elettorale.
Non poter concretizzare, per motivi poco comprensibili al comune cittadino, l’enorme lavoro fatto in questi anni per la costruzione di questa comunità politica così radicata nel territorio sarebbe un enorme peccato, un’occasione persa (probabilmente non rimediabile in tempi brevi) per costruire insieme qualcosa di importante.
Il coordinamento dei movimenti civici – Rete Network

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteViolazione norme della filiera alimentari e del codice della navigazione: sanzionate diverse imbarcazioni e un ristorante
Articolo successivoPolitiche Sicilia: Provenzano e Barbagallo tra i capilista in Sicilia