Erice, la Toscano fa il bis

701

Elezione a primo turno per l’uscente sindaco

Daniela Toscano supera di tre punti il fatidico traguardo del 40 per cento e al primo turno viene rieletta con oltre 5 mila voti sindaco di Erice. Il dato finale dello scrutinio per l’elezione del primo cittadino l’ha vista ottenere il 43, 5 per cento dei consensi. A sorpresa il suo outsider non è stato il grillino Maurizio Oddo che ha ottenuto poco più di 2 mila voti, il 17,15 per cento, ma l’ex segretario socialista Pietro Spina, sostenuto da Forza Italia e dal movimento Via dell’ex senatore del Pd Papania, che ha ottenuto poco oltre 3300 voti, il 28,69 per centro. Ultima l’ericina doc Silvana Catalano che ha però dalla sua parte un consenso superiore alle aspettative con quasi il 12 per centro dei consensi, poco più di 1200 voti. Notazione particolare che causa covid l’uscente sindaco Toscano non ha potuto andare alle urne, essendo in isolamento a casa. Venerdì sera dopo il comizio finale la Toscano ha accusato un malore che l’ha costretta alle cure ospedaliere, e all’esito del tampone è infatti risultata positiva ed è scattato immediatamente l’isolamento domiciliare. Elezioni ad Erice abbastanza movimentate contrassegnate da un confronto aspro tra candidati e coalizioni in campo, ma anche da una drastica riduzione dei votanti rispetto a cinque anni addietro: alle urne infatti sono andati il 51,7 degli aventi diritto, nel 2017 la percentuale fu quasi del 62 per cento. In queste elezioni sono stati visti raggruppamenti parecchio eterogenei. La Toscano è stata sostenuta dal suo partito, il Pd, da una coalizione di centrosinistra che però ha visto l’aggiungersi dell’Udc. Spina come si diceva da un’alleanza tra Forza Italia, Via e liste civiche. Dalla parte di Silvana Catalano una lista civica espressione diretta della candidata che si è presentata col sostegno degli abitanti della vetta e un’altra lista col simbolo di Fratelli d’Italia. Il grillino Oddo che era stato già candidato a sindaco cinque anni fa stavolta non ha visto la presenza di una lista ufficiale dei grillini, a suo favore tutte liste civiche. Dalla parte di Maurizio Oddo tre big della politica come il senatore cinquestelle Maurizio Santangelo, l’ex deputato regionale del Psi Nino Oddo e l’attuale presidente del Consiglio comunale di Trapani Giuseppe Guaiana, ma ciò nonostante lo spoglio è stato severo per l’esponente grillino che puntava al ballottaggio.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedentePetrosino. Eletto primo cittadino Giacomo Anastasi
Articolo successivoRissa con omicidio a Marsala: chiesto il rinvio a giudizio per 4 persone
Rino Giacalone
Rino Giacalone, direttore responsabile e cronista di periferia. Vive nel capoluogo trapanese sin dalla sua nascita. Penna instancabile al servizio del territorio e alla ricerca della verità.