Combustione illecita di rifiuti: arrestata una donna a Paceco

866

PACECO. E’ stata arrestata una donna di 35 anni per gravi indizi di colpevolezza in merito al reato di combustione illecita di rifiuti.

I Carabinieri impegnati in un normale servizio di perlustrazione e controllo del territorio, notando un’alta e consistente colonna di fumo nero si sono precipitati sul posto per capire cosa stesse bruciando, anche per prevenire ulteriori incendi boschivi come accaduto pochi giorni addietro.

A pochi passi dal fuoco, in un terreno sito in via Salemi, i Carabinieri accertavano la presenza di una donna intenta a gestire le fiamme che venivano alimentate di tanto in tanto con materiale vario. Secondo gli inquirenti la donna in pochi minuti avrebbe dato fuoco non solo a legni e sterpaglie ma anche a diversi rifiuti in plastica.Sul posto i Carabinieri notavano inoltre la presenza di due barili in ferro pieni di alcuni rifiuti in plastica verosimilmente destinati ad essere bruciati.

La 35enne pertanto veniva dichiarata in stato di arresto per combustione illecita di rifiuti e, a seguito della convalida, rimessa in libertà senza l’emissione di alcuna misura.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAssolto alcamese dall’accusa di maltrattamenti all’ex
Articolo successivoL’avvocato Cardinale ci scrive