Comunali: Palermo; centrodestra prova accordo su Cascio

576

Oggi vertice a Roma. Scoma, stop solo da Salvini e Minardo

PALERMO. Il centrodestra prova a trovare una sintesi per il candidato sindaco a Palermo sul nome di Francesco Cascio, esponente storico di Forza Italia che per diversi anni ha abbandonato la politica per dedicarsi alla professione di medico.

Da più fonti l’ANSA apprende che dovrebbe essere questo il tentativo di domani nel vertice in programma a Roma tra Matteo Salvini, Licia Ronzulli e i big siciliani della coalizione.

All’incontro non dovrebbe partecipare Fratelli d’Italia, che ha già messo in pista la candidatura della parlamentare Carolina Varchi. Ma nulla si da’ per scontato, la strada rimane impervia, perché il via libera a Cascio comporterebbe il ritiro di altri tre candidati già in campo: Francesco Scoma della Lega, Roberto Lagalla dell’Udc e Totò Lentini del Mna-autonomisti. E in molti dicono che non sarà così semplice, questione di impegni già presi “Non ho intenzione di ripensarci, la mia candidatura potrà essere messa in discussione solo dal mio leader Matteo Salvini o dal mio segretario regionale Nino Minardo. La mia campagna elettorale è già avanti. Non temo di confrontarmi con Francesco Cascio, né con Roberto Lagalla” dice Francesco Scoma, candidato a sindaco di Palermo per ‘Prima l’Italia-Lega ai candidati e di rapporti interni ai partiti.

    Stesso discorso per Totò Lentini: da giorni l’autonomista gira i quartieri di Palermo, i suoi manifesti sono sparsi in città e oggi inaugura il comitato politico, mentre per il per 14 aprile ha programmato l’apertura ufficiale della sua campagna elettorale. (ANSA).

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“Salvare Erice”, alla presidenza D’Anna sostituisce Giannitrapani
Articolo successivoUcraina: dirigente scuola Palermo nega dibattito, protesta