Confisca a Catania: impresa riconducibile al clan mafioso Santapaola-Ercolano

439

Le fiamme gialle ha confiscato un’autorimessa e una ditta di calcestruzzo di Catania perchè ritenute riconducibili al reggente del clan mafioso Santapaola-Ercolano.

L’indagine dell’antimafia ha svelato la capacità imprenditoriale della mafia catanese che gestiva il garage vicino alla centrale villa Bellini di Catania. Tra gli affari anche una impresa di materiali edili a Misterbianco.
La ditta, oltre a essere utile al riciclaggio, avrebbe imposto l’utilizzo del calcestruzzo azzerando la concorrenza. A far scattare le indagini il tenore di vita della famiglia del boss che già si trova detenuto al 41 bis. Secondo gli investigatori, il patrimonio stimato in 5milioni di euro.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteUcraina: pullman aiuti umanitari da Montevago verso la Polonia
Articolo successivoIl Sindaco Francesco Forgione ricorda le vittime innocenti delle mafie