Al Centro Congresso Marconi con il concerto “Attenti a quei due”

996

Nell’ambito della XXXVI Stagione Concertistica degli Amici della Musica di Alcamo, appuntamento domenica 20 marzo alle ore 19 presso il Centro Congresso Marconi con il concerto “Attenti a quei due”.

Due artisti di fama internazionale che vantano diverse collaborazioni con alcuni “mostri sacri” del jazz internazionale e con grandi nomi della musica italiana.

Nicola Giammarinaro, clarinettista, dopo il diploma con il massimo dei voti al Conservatorio di Trapani, ha intrapreso un’intensa attività concertistica, collaborando con artisti di fama nazionale e internazionale. Viene invitato in Giappone dal clarinettista Takigawa Masahiro per partecipare come ospite ad una serie di concerti nel paese del Sol Levante, e proprio in questo periodo esce il CD registrato dal vivo a Kyoto dal titolo Nik & Takky che testimonia proprio l’incontro tra i due clarinettisti.

Intensa l’attività di docente. Ha al suo attivo diverse incisioni ed è stato il fondatore del Sicilia Jazz Dixieland Street Parade e della Trapani Jazz Orchestra.

Francesco Buzzurro è uno dei più apprezzati e poliedrici chitarristi italiani. Grazie alla sua straordinaria tecnica di matrice classica, aperta a una conoscenza profonda del jazz e dell’improvvisazione, è diventato negli anni un punto di riferimento assoluto per il mondo della chitarra acustica. Per la sua fama di chitarrista fuori dagli schemi e per la sua tecnica peculiare di improvvisazione sulla chitarra classica, viene annualmente invitato dalla University of Southern California di Los Angeles come docente in seminari unificati per i dipartimenti di chitarra classica e jazz.

E’ titolare della cattedra di Chitarra Jazz del conservatorio Giuseppe Martucci di Salerno.

Per prenotazioni e/o informazioni tel. 0924/505744 – cell. 335 7073611

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAd Alcamo l’invito a cittadini e associazioni per ospitare rifugiati provenienti dall’Ucraina
Articolo successivoTrapani: aggravamento di misura cautelare 21enne va in carcere