Cuginetti uccisi da suv, Cassazione annulla condanna

1479

Pena era stata di 9 anni, processo rinviato alla Corte d’appello

Un fermo immagine tratto da un video della polizia mostra gli agenti con l’auto che ha investito i bambini a Vittoria, 12 luglio 2019.
ANSA/POLIZIA EDITORIAL USE ONLY NO SALES

RAGUSA. La Cassazione ha annullato con rinvio la sentenza d’appello che aveva condannato nel febbraio 2021 a 9 anni di carcere Rosario Greco, confermando la sentenza di primo grado per duplice omicidio stradale.

L’11 luglio 2019, in via IV Aprile, a Vittoria, Greco travolse e uccise i due cuginetti, Alessio e Simone D’Antonio, entrambi di 11 anni mentre giocavano sul marciapiede davanti casa.

Il processo riprenderà in Corte d’appello.
Toni e Valentina, Lucy e Alessandro D’Antonio hanno accolto con amarezza la notizia dell’annullamento in Cassazione della sentenza di condanna di Rosario Greco. Le motivazioni saranno rese note entro 30 giorni. “Sono amareggiati – spiega l’avvocato Daniele Scrofani – ma fiduciosi nella giustizia. Purtroppo ci attende un nuovo processo”. L’inchiesta accertò he Greco guidava in stato di ebbrezza per l’utilizzo di sostanze alcoliche e stupefacenti. (ANSA).
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCinque Agenti di Polizia penitenziaria aggrediti da un detenuto, solidarietà del PD di Trapani
Articolo successivoUcraina, al via accoglienza profughi, Musumeci: «Pronti a fare la nostra parte»