Blocco trasporti, Toni Scilla: “Mandare al macero merce è duro colpo per aziende agricole. Serve responsabilità”

349

PALERMO. «Il prolungarsi del blocco degli autotrasportatori sta mettendo a dura prova vari settori produttivi della nostra regione. L’economia agricola, quella legata al commercio di pesce fresco e alla zootecnia, sono al collasso». Ad affermarlo è l’assessore regionale dell’Agricoltura, sviluppo rurale e pesca mediterranea Toni Scilla in risposta allo stato di emergenza che si è determinato nel settore dell’agroalimentare nell’Isola a causa del blocco dei trasporti.

«Mandare al macero tonnellate di merce è uno spreco senza paragoni e un duro colpo per le aziende siciliane. Serve responsabilità! Serve che il governo nazionale intervenga sull’emergenza degli autotrasportatori con celerità e aiuti concreti per scongiurare una crisi già pronta ad allargarsi a macchia d’olio su tanti altri settori della nostra economia, primo fra tutti quello dell’agroalimentare. Il governo regionale farà sicuramente la sua parte», continua Scilla.

«Esprimo solidarietà e vicinanza alla categoria degli autotrasportatori sulla quale grava pesantemente il problema del rincaro del prezzo del carburante – conclude l’assessore – Dobbiamo evitare però che la situazione degeneri arrecando a cascata danni ingenti agli agricoltori, agli allevatori, ai commercianti del settore ittico e agli operatori dell’agroalimentare in genere che vedono oggi i loro prodotti deperire ancor prima di raggiungere i mercati italiani ed esteri».

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedentePercepiscono indebitamente il reddito di cittadinanza, denunciati dai Carabinieri
Articolo successivoCastellammare, odg in Consiglio sul primo lotto dei lavori del porto: “Riduzione di 152 metri rispetto a progetto iniziale”