Apuzzo e Falcetta, la memoria per la “luce” VIDEO

7805

46 anni senza verità, ricordare per richiedere di far luce sulla Strage della Casermetta di Alcamo marina, dove persero la vita i Carabinieri Apuzzo e Falcetta

foto di Alqamah realizzata il 27 gennaio 2022 presso la stele che ricorda Apuzzo e Falcetta uccisi nella cosiddetta Strage della Casermetta

Stamattina l’Arma dei Carabinieri di Trapani ha commemorato la scomparsa dell’Appuntato Salvatore Falcetta e del Carabiniere Carmine Apuzzo, barbaramente uccisi il 27 gennaio del 1976 in quella che viene ricordata come la Strage di Alcamo Marina, con la celebrazione di una Santa Messa presso la Chiesa Maria SS della Stella, celebrata dal Cappellano Militare Don Salvatore Falzone.

Parola chiave “Luce”

 

Luce, questa la parola chiave espressa più volta da Don Salvatore Falzone e questa va di pari passo con un’altra

parola che riecheggia da 46 anni, cioé verità. Onorare Apuzzo e Falcetta, ma anche richiesta di far luce sull’accaduto, infatti nel comunicato dell’Arma si legge: “L’Arma dei Carabinieri, nell’anno in cui ricorre il 46esimo anniversario, vuole onorare la memoria dei giovani caduti rimasti vittime dell’efferato agguato ad opera di persone tutt’ora ignote”.

La Storia

Foto di eros Bonomo commemorazione Stage della Casermetta ad Alcamo Marina, dove vennero uccisi i Carabinieri Apuzzo e Falcetta

Per fare memoria bisogna ricordare i fatti e lo fanno benissimo i Carabinieri di Trapani nel loro comunicato: “Nella notte tra il 26 e il 27 gennaio di 46 anni fa, il diciannovenne Apuzzo, di origini campane e il trentacinquenne Falcetta di Castelvetrano, furono sorpresi nel sonno da malviventi che si introdussero nello stabile della casermetta “Alkamar” dopo aver forzato la porta mediante l’utilizzo di una fiamma ossidrica.

La tragica scoperta avvenne l’indomani mattina, all’alba, quando gli uomini della scorta dell’allora segretario del MSI Giorgio Almirante, nel transitare lungo la strada statale che costeggia la località turistica, notarono la porta della caserma completamente divelta e una volta introdottisi all’interno dei locali rinvennero i corpi dei due Carabinieri senza vita”.

Corona Stele Apuzzo e Falcetta Strage di Alcamo Marina Casermetta Foto di Eros Bonomo

Al termine della celebrazione eucaristica, alla presenza delle Autorità militari, civili, dei familiari dei caduti e dei rappresenti delle sezioni di Alcamo delle associazioni nazionali Carabinieri e Guardia di Finanza, è stata deposta una corona di alloro presso la stele commemorativa dell’eccidio situata sul lungomare di Alcamo Marina, che dal 2016, è intitolato ai due giovani Carabinieri vittime della Strage.

Il video e le interviste

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteQuarantasei anni senza verità sulla strage della casermetta di Alcamo Marina: fare memoria nella speranza di raggiungere la verità.
Articolo successivoOggi la commemorazione per Carmine Apuzzo e Salvatore Falcetta
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.