Giornata della memoria, negli uffici comunali un minuto di silenzio. Eletta a Castellammare nuova Presidente “Pari opportunità”

382

Lettura di versi a cura della commissione comunale pari opportunità nel giorno della memoria: ieri l’elezione della presidentessa Mariella Marraccino. Il Comune ha aderito al progetto della prefettura “Memorie d’inciampo” che prevede la posa di sampietrini in città

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Per non dimenticare l’orrore della Shoah, domani, 27 gennaio, nella Giornata della memoria, alle ore 12, in tutti gli uffici del Comune di Castellammare del Golfo sarà osservato un minuto di silenzio.

Subito dopo un momento di riflessione con la lettura di versi sull’olocausto a cura della commissione comunale pari opportunità. Si tratta del primo appuntamento per la neo presidentessa della commissione, Mariella Marraccino, eletta ieri sera dopo le dimissioni di Luisa Bambina. Vice presidentessa della commissione è stata eletta Mariella Messina.

L’amministrazione comunale ha anche aderito al progetto “memorie d‘inciampo” promosso dalla prefettura di Trapani che prevede la posa in ogni Comune di “pietre di inciampo” nei pressi delle abitazioni dei concittadini deportati.

Le stolpersteine, ovvero pietre d’inciampo, sono installate in tutta Europa dal un’idea dell’artista tedesco Gunter Demnig: piccole targhe d’ottone della dimensione di un sanpietrino (10×10) che vengono poste davanti alla porta dell’ultima abitazione delle vittime della ferocia nazista, con il nome della vittima, l’anno di nascita, la data e il luogo della deportazione e la data di morte.

Camminando per strada, un “inciampo” metaforico nella nostra memoria e nella storia.

“In tutti gli uffici comunali ci si fermerà per un minuto nella giornata in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi di concentramento. Previsto anche un momento di ricordo a cura della commissione comunale pari opportunità con la neo eletta presidentessa Mariella Marraccino, alla quale auguriamo buon lavoro -affermano il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore alle pari opportunità e vicesindaco, Brigida Di Simone-. E domattina saremo in prefettura a Trapani per la sottoscrizione del progetto “memorie d’inciampo”, che ha l’alto patronato della Presidenza della Repubblica, per la posa in città di pietre d’inciampo con nome e cognomi dei deportati, per ricordare la barbarie nazista, commemorando le vittime dell’olocausto ed intrecciando, come ha giustamente indicato la prefettura, memoria e attualità”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteMaledetti assassini, maledetti complici
Articolo successivoCase popolari a Castellammare, pubblicata la graduatoria per l’assegnazione: 6 ammesse