Il mistero del cadavere in mare tra Alcamo e Castellammare: una donna con tuta e scarpe da trekking

5457

CASTELLAMMARE DEL GOLFO.  Ancora nessuna novità sulla identificazione del cadavere saponificato recuperato nelle acque antistanti contrada Magazzinazzi, tra Alcamo Marina e Castellammare del Golfo, da una motovedetta della Capitaneria di porto nella giornata di ieri.

Ancora nessuna richiesta di scomparsa che possa aiutare le indagini. Gli unici dettagli sono dei pantaloni di una tuta ginnica e delle scarpe da trekking. Non si  esclude che possa trattarsi di una migrante rimasta vittima di uno dei tanti naufragi nel mar mediterraneo. Da un primo esame medico legale risulta che il corpo si trovava in acqua da almeno 40 giorni.

Cadavere in mare tra Alcamo e Castellammare, indagini in corso

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteRavanusa: agli atti dell’inchiesta anche un video dell’esplosione
Articolo successivoCovid: Razza, 50mila positivi in Sicilia potenziamo tamponi