Donna muore mentre torna a casa dopo intervento, 17 indagati

2267

A Messina, 61enne dimessa dal Papardo dopo operazione alle ovaie

20090921 MESSINA CLJ
L’spedale Papardo di Messina dove è morta Giovanna Russo la prima vera vittima in Italia del virus A-H1-N1
FOTO ANSA/FRANCO CUFARI

MESSINA, 31 DIC – La Procura di Messina ha indagato 17 persone, tra medici e infermieri, nell’ambito di un’inchiesta aperta sulla morta di una 61enne operata nel reparto di Ostetricia e ginecologia dell’ospedale Papardo, dimessa il 24 dicembre, e deceduta lo stesso giorno in auto durante il viaggio di ritorno a casa.

Lo scrive la Gazzetta del Sud.

La donna era stata sottoposta a un intervento alle ovaie durante il quale, secondo una prima ricostruzione, potrebbe avrebbe subito una lesione alla vescica. I reati ipotizzati, a vario titolo, dal sostituto procuratore Alessandro Liprino, sono omicidio colposo e responsabilità colposa per morte o lesioni in ambito sanitario.

    Il magistrato ha nominato come consulenti il medico legale Giovanni Andò e la ginecologa Alfonsa Pizzo chiedendo loro, tra l’altro, di accertare se “l’operato del personale medico e paramedico che ebbe in cura il paziente, si sia conformato alle regole della migliore scienza medica”. (ANSA).

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteTrasporto isole minori: accolta la richiesta dei sindaci. Le dichiarazioni del sindaco Francesco Forgione
Articolo successivoPalermo: sequestrate oltre 7 kg di sigarette di contrabbando ad un dipendente portuale