Partecipazione delle PMI a fiere e mostre internazionali, anche in Italia, e missioni di sistema

276

DESTINATARI

PMI italiane, costituite in forma di società di capitali e che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno un bilancio relativi a un esercizio completo

FINANZIAMENTO AGEVOLATO

E’ un finanziamento a tasso agevolato in regime “de minimis” con co-finanziamento a fondo perduto in regime di “Temporary Framework*”.

Importo massimo finanziabile: Minore tra euro 150.000,00 e il 15% dei ricavi risultanti dall’ultimo bilancio approvato e depositato del Richiedente.

Quota massima a fondo perduto: fino al 40% per le PMI del Sud, fino al 25% per le restanti PMI.

Durata del finanziamento: 4 anni, di cui 1 di pre-ammortamento.

SPESE AMMISSIBILI

Spese digitali connesse alla partecipazione alla fiera/mostra che dovranno rappresentare almeno il 30% delle Spese Ammissibili finanziate:

  1. a) Spese digitali connesse alla partecipazione alla fiera/mostra:

o fee di iscrizione alla manifestazione virtuale, compresi i costi per l’elaborazione del contenuto virtuale (es. stand virtuali, presentazione dell’azienda, cataloghi virtuali, eventi live streaming, webinar)

o spese per integrazione e sviluppo digitale di piattaforme CRM;

o spese di web design (es. landing page, pagina dedicate all’evento) e integrazione/innovazione di contenuti/funzionalità digitali anche su piattaforme già esistenti;

o spese consulenziali in ambito digitale (es. digital manager, social media manager, digital maketing manager);

o spese per digital marketing (es. banner video, banner sul sito ufficiale della fiera/mostra, newsletter, social network);

o servizi di traduzione ed interpretariato online;

Altre spese che dovranno rappresentare non più del 70% delle Spese Ammissibili finanziate:

  1. a) Spese per area espositiva

o Affitto area espositiva, compresi eventuali costi di iscrizione, oneri e diritti fissi obbligatori; allestimento dell’area espositiva (es. pedana, muri perimetrali, soffitto, tetto o copertura, ripostiglio);

o arredamento dell’area espositiva (es. reception desk, tavoli, sedie, vetrine espositive, cubi espositivi, porta brochure);

o attrezzature, supporto audio/video (es monitor, tv screen, proiettori e supporti informatici, videocamere).

Benedetto La Torre

Dottore commercialista e revisore legale.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteI Sindaci Tranchida e Toscano incontrano il neo Presidente del Polo Universitario di Trapani
Articolo successivoSettore turismo – decreto pnrr superbonus 80% e contributi a fondo perduto