Alcamo, al lavoro la nuova giunta del Sindaco Surdi: distribuite le deleghe

3096

ALCAMO. Stamane presso il Palazzo di Città di Alcamo, il Sindaco Domenico Surdi, rieletto al primo turno alle consultazioni elettorali del 10 e 11 Ottobre, ha nominato gli assessori della nuova Giunta e distribuito le deleghe assessoriali.

Adesso il via all’attività amministrativa della nuova Giunta composta da: Caterina Camarda già designata Vice/Sindaco, i nuovi assessori Alberto Donato e Gaspare Benenati, Mario Viviano insieme agli assessori uscenti e riconfermati Vittorio Ferro, Vito Lombardo e Stefano Alessandra.

Dichiara il Sindaco Domenico Surdi “insieme agli assessori lavoreremo nella direzione già intrapresa, ultimando i lavori già iniziati e puntando sulle nuove opportunità che già si profilano con il PNRR, ci adopereremo per partecipare ai bandi regionali, nazionali ed europei ed ottenere i finanziamenti necessari per rendere la nostra Città sempre più vivibile e competitiva”.

Continua il Sindaco “auguro alla mia Giunta buon lavoro con l’auspicio che, attraverso il lavoro di squadra, rilanceremo l’attività amministrativa per offrire ai cittadini servizi sempre più adeguati e funzionali alle esigenze di una Città che vuole crescere ed avere un ruolo di primo piano sul territorio”.

Di seguito gli assessori nominati e le rispettive deleghe.

Alessandra Stefano: Attività culturali e spettacolo; istruzione ed edilizia scolastica;

Benenati Gaspare: Politiche giovanili e progetti di innovazione; attività ed impianti sportivi;

Camarda Caterina: Pianificazione urbanistica, sviluppo locale e mobilità urbana;

Donato Alberto: Politiche e servizi ambientali; verde, giardini igiene pubblica; organizzazione e valorizzazione del personale; affari generali;

Ferro Vittorio: Programmazione finanziaria, entrate, valorizzazione del patrimonio, investimenti e opere pubbliche;

Lombardo Vito: Servizio idrico integrato, polizia cimiteriale e cura dei cimiteri comunali;

Viviano Mario: Servizi sociali, welfare e servizi demografici.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteTrapani. Madre biologica prova a riprendersi la figlia adottata 15 anni fa
Articolo successivoCastellammare Culture fest: 3 giorni dedicati all’integrazione, arte e tradizioni