Castellammare, riapre la villa Olivia con una nuova area giochi inclusiva

989

Completata l’area giochi senza barriere a villa Olivia: Ieri l’apertura al pubblico del parco inclusivo finanziato dalla Regione. Rinnovata pavimentazione e giostre in un’area di 200 metri quadri.

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. L’area interessata dai giochi è di circa 220 metri quadri ed è stata ufficialmente aperta ieri, martedì 28 settembre, con un momento per bambini nel rispetto delle misure anticovid-19.

Completato il rinnovo della pavimentazione e giostre nell’area a gioco già esistente a villa Olivia, con la creazione di un percorso privo di barriere architettoniche grazie ad un finanziamento di 42 mila e 500 euro dell’assessorato regionale delle Politiche Sociali ed il cofinanziamento comunale di 9mila euro.

Come da progetto, nel parco urbano villa Olivia l’area giochi è stata riqualificata senza barriere architettoniche e sono state installate nuove giostre con struttura in acciaio così da avere maggiore durata, ed una pavimentazione antitrauma in gomma su tutto lo sviluppo del parco giochi, non solo in corrispondenza delle giostre.

Completato un importante intervento di riqualificazione che ha soprattutto uno scopo sociale ed inclusivo perché consente di mettere a disposizione giostre senza barriere per il gioco di tutti i bambini -afferma il sindaco Nicolò Rizzo-. Contemporaneamente abbiamo riqualificato l’area della villa Olivia con il finanziamento regionale del progetto inclusivo nell’area giochi già esistente dopo aver partecipato, lo scorso anno, all’avviso pubblico regionale che ci ha poi permesso di ottenere un contributo di 42.500 euro da noi integrato con 9mila euro allo scopo di completare le opere”.

La ditta aggiudicataria della fornitura e del montaggio è la Holzhof srl (Mezzolombardo-Trento).

Responsabile unico del procedimento è l’ingegnere Luigi Martino, reggente del settore Lavori Pubblici dell’ufficio tecnico comunale ed il progetto è stato curato dall’architetto Marcello Monacò.

Il parco urbano “villa Olivia” occupa complessivamente una superficie di circa 12 mila metri quadri e collega due importanti arterie cittadine cioè via Segesta e viale Leonardo da Vinci, denominato comunemente “circonvallazione” per la funzione di congiunzione del centro urbano con l’autostrada e i paesi limitrofi. Il parco ha due ingressi, entrambi accessibili anche per disabili.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSono 1088 (-37) i positivi nel trapanese. Un decesso
Articolo successivoIl legale, Messina Denaro, la postina: in 30 sotto accusa