Cittadini preoccupati

1778

Trapani, un ex centro commerciale in pieno centro lasciato in balia della piccola criminalità

Sono parecchio preoccupati i residenti che abitano nei pressi delle vie Passo Enea e Orlandini. In questa zona restano quasi le macerie di quello che una volta fu uno dei centri commerciali più frequentati della città. Negozi e locale bar e ristorazione, c’era anche una sorta di terrazza dove trascorrere pomeriggi e serate, dopo lo shopping la possibilità di prendere qualcosa, un apertivo o consumare un pasto. Per anni fece luccicare una parte del centro cittadino a pochi metri dalla centrale via Giovan Battista Fardella, poi però arrivò il declino, il fallimento e la chiusura dell’attività. Adesso passare da quel punto suscita tristezza anche perchè non è un belvedere. Mura diroccate, degrado, sporcizia. La struttura dovrebbe essere chiusa del tutto, è dichiarata pericolante e quindi inagibile, però lì dentro è possibile continuare ad entrare. Più volte gli abitanti della zona hanno denunciato la situazione, chiedendo che fossero messi in atto interventi per mettere in sivurezza l’area, ma nulla di concreto è stato fatto. Dovrebbero intervenire i proprietari o in loro sostituzione il Comune, ma nessuno interviene, E’ da qualche settimana però che la paura è aumentata. Nelle ore serali c’è uno strano via vai, persone, sopratutto giovani, che entrano dentro, bivaccano, forse il luogo è sicuro per chi vuole drogarsi, o anche per spacciare o fare altro. “Non ci sentiamo affatto sicuri – dice un residente – transitare qui nelle ore serali è un pericolo, ci spaventiamo di fare brutti incontri con qualche malintenzionato. Siamo a due passi da una via trafficata come la via Fardella, ma certe sere ci sembra di vivere in quartiere pericoloso, dimenticato, ci sentiamo emarginati e dimenticati”. La richiesta che viene rivolta al Comune è quella di intervenire chiudendo i varchi aperti che permettono di entrare nell’edificio, e alle forze dell’ordine di fare maggiori controlli.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteTrasporti. Criticità dei turni pomeridiani, superata
Articolo successivoInagibile anche il parcheggio