Petrosino. I carabinieri arrestano 40enne: è accusata di aver estorto con la minaccia circa 2000 euro

481

I Carabinieri della Stazione di Petrosino, in esecuzione dell’ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Marsala, hanno arrestato una donna 40enne di origini rumene, ma da tempo residente a Marsala, accusata del reato di estorsione. I fatti risalgono al 2016.

I Carabinieri, nel corso dell’attività investigativa avviata all’epoca dei fatti, subito dopo l’acquisizione della notitia criminis, attuarono accertamenti volti ad acquisire ulteriori elementi di prova a sostegno di quanto dichiarato dalla vittima, un uomo di 53 anni che per mesi aveva subito le continue richieste di denaro da parte della donna.

L’arrestata, sotto la minaccia di pesanti e ingiuste ritorsioni, era riuscita ed estorcergli la cifra di 2000,00 euro.

Il tutto era stata documentato dai Carabinieri che erano riusciti anche a filmare la dazione del denaro che era stato preventivamente fotocopiato. In particolare, la donna era stata poi bloccata con in tasca ancora le banconote segnate.

Sulla base di quanto accertato nel corso dell’indagine dei Carabinieri, la competente Autorità Giudiziaria ha emesso sentenza di condanna a pena detentiva per la durata di 3 anni, 3 mesi e 25 giorni che la donna sconterà all’interno della Casa Circondariale “Pagliarelli” di Palermo dove è stata condotta al termine delle formalità di rito.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteDipendente ditta di pulizie indagata per furto aggravato e indebito utilizzo di carte di credito e di pagamento
Articolo successivoSanta Ninfa. Minacce con coniglio morto davanti la porta di casa