Racconto breve, anzi brevissimo

952

I racconti di Nicola Quagliata

Racconto breve, anzi brevissimo.

Il temporale,mia madre e la vicina di casa.

Una vicina di casa, quando pioveva, accendeva un lumino ai santi, mia madre, invece, gettava sulla strada, un pezzetto di pane di san Giuseppe per placare il temporale, in attesa che mio padre tornasse asciutto dal lavoro, o semplicemente tornasse.

Racconto breve.

Il temporale ed il vattale, mia madre e la vicina di casa.

Una vicina di casa, quando pioveva, accendeva un lumino ai santi, per ringraziare del dono dell’acqua e per chiedere la grazia che tenessero lontani alluvioni ed allagamenti.

Mia madre, invece, gettava sulla strada, a centro vattale, un pezzetto di pane di san Giuseppe, per placare il temporale, in attesa, dietro la porta, con un occhio al cielo ed uno ai cuti della via,  che mio padre tornasse asciutto dal lavoro, o semplicemente tornasse.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCastelvetrano, l’ex Sindaco Vaccarino ha il Covid: concessi i domiciliari
Articolo successivoGli uomini coraggiosi del “Karol W.”