Grave atto intimidatorio contro la Polizia Municipale di Marsala, la Giunta si riunisce al Comando

636

MARSALA. “Siamo qui, assieme al presidente del Consiglio comunale Enzo Sturiano, non come atto dovuto ma per una significativa vicinanza a tutto il Comando della Polizia Municipale di Marsala, oggi vittima di un grave atto intimidatorio. Siamo certi che il nostro Corpo dei Vigili – con le carenze d’organico a tutti note – continuerà con fermezza nei suoi compiti istituzionali, avendo come obiettivo prioritario la difesa della legalità. Ed è su questa linea che abbiamo formulato un documento che porteremo all’attenzione del Prefetto, con l’auspicio che riscontri positivamente la nostra urgente richiesta di incontro, anche in videoconferenza visto il momento”. È quanto ha dichiarato il sindaco Massimo Grillo che, stamani – assieme all’intera Giunta – ha incontrato nella sede della Polizia Municipale il comandante Vincenzo Menfi. A lui, ha voluto esprimere la solidarietà della Città, incredula alla notizia che ignoti, con un’arma da taglio, hanno bucato 29 pneumatici di ben tredici auto in dotazione ai Vigili. Lo stesso comandante Menfi, nel ringraziare l’Amministrazione comunale e confermare la linea della fermezza del lavoro dei Vigili di fronte a tali atti violenti, ha sottolineato che altrettanta solidarietà è pervenuta anche dalle altre Forze di Polizia. E proprio il comandante dei Carabinieri di Marsala, cap. Guido Romano Rosadoni, ha incontrato il dirigente Menfi e il sindaco Grillo poco prima della seduta della Giunta Municipale, significativamente tenutasi al Comando della Polizia Municipale. “La nostra città sta attraversando un periodo difficilissimo da un punto di vista economico e sociale a causa della pandemia, afferma il sindaco Grillo, ma non dobbiamo dividerci. Anzi, dobbiamo essere comunità anche di fronte a chi fomenta e alimenta odio sociale”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSi insedia ad Alcamo il nuovo Dirigente del Commissariato di Polizia: è il Vice Questore Corrado Empoli
Articolo successivoCorsa a 3 per la poltrona del Procuratore Capo di Trapani