Giudice di Pace. Anche la fattura idrica EAS 2017 dichiarata prescritta

706

Dopo i pronunciamenti dei Giudici di Pace e del Tribunale di Trapani sulle fatture idriche Eas 2015 e 2016 è arrivato anche l’annullamento per crediti EAS per l’anno 2017. Si tratta di una fattura pervenuta ad un cittadino di Marettimo (Favignana) L.P.M. che, come tanti, nei mesi scorsi aveva ricevuto una fattura spropositata per l’anno 2017 di € 3.556,41. Tramite l’Associazione CODICI – Centro per i diritti del Cittadino, di cui è socio, aveva presentato reclamo al gestore eccependo l’intervenuta prescrizione breve di due anni ai sensi della nota Legge Stabilità 2018 prevista per le fatture idriche aventi data scadenza 1.01.2020. Non avendo avuto riscntro tramite il suo legale, Avv. Vincenzo Maltese, procedeva in sede giudiziale ad avviare il contenzioso. Il Dott. Diego Vallone, Giudice di Pace incaricato, accoglieva i motivi della domanda di parte attrice annullando così l’intero credito e condannando la convenuta anche alla refusione delle spese. Soddisfatto l’Avv. Vincenzo Maltese, procuratore del sig. L.P.M e componente dell’Assemblea nazionale dell’Associazione di consumatori CODICI: ” Non ho mai avuto dubbi circa la pertinenza delle richieste di annullamento a mezzo dei reclami che preventivamente, anche con altri colleghi di altre associazioni, avevamo inviato ad EAS cercando di evitare di adire le sedi giudiziarie. Ma Eas continua a costituirsi nei giudizi ancora pendenti così come il sottoscritto ed altri colleghi – sia chiaro – continueremo a difendere i diritti dei cittadini, sanciti dalle leggi vigenti”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteNominato il nuovo Consiglio di Amministrazione dell’Istituzione “Marsala Schola”
Articolo successivoControlli per il contrasto all’abusivismo commerciale in forma ambulante. Sequestrati oltre 24 kg di prodotto ittico