Condanne per il B&B della morte

1374

Tre imputati, inflitti complessivi 9 anni e sei mesi. Il giudice dispone maxi risarcimenti

La Procura di Trapani ha ottenuto dal Tribunale di Trapani, le condanne per omicidio colposo richieste per Benedetta Serafico, Bartolomeo Altese e Tuzza Augugliaro per la morte del turista toscano Fabio Maccheroni, 43 anni, e per le grave lesioni subite da un altro turista, il pisano Alessio Menicucci di 37 anni, ospiti di un B&B, nella zona del porto di Trapani, gestito dagli imputati. Il risale al 14 agosto del 2016. Maccheroni e Menicucci erano ospiti del B&B “Orchidea”. La loro stanza si riempì di esalazioni mortali provenienti da un forno sottostante. Secondo quanto emerso dalle indagini coordinate dal pm Rossana Penna e condotte dai carabinieri, il B&B era privo di autorizzazioni all’uso di tutti e tre piani dell’edificio, il panificio funzionava al piano terra dell’edificio, le esalazioni fuoriuscite da una canna fumaria mal funzionante sono state mortali per ti Maccheroni e hanno quasi provocato la morte dell’altro turista rimasto in come per molto tempo è ancora oggi non ha recuperato le normali funzioni vitali. Il giudice Caruso nella tarda giornata di oggi ha pronunciato la sentenza: tre anni e sei mesi sono stati inflitti a Benedetta Serafico, tre anni ciascuno per Bartolomeo Altese e Tuzza Augugliaro. Serafico, Altese e Augugliaro dovranno pagare alle parti civili, i familiari del turista deceduto e al turista rimasto in vita ed ai suoi prossimi congiunti, una provvisionale complessiva di circa 500 mila euro. I tre condannati dovranno anche pagare le spese processuali. Il giudice ha rigettato le richieste di risarcimento avanzate dall’associazione Codici Onlus che si era costituita come parte civile. Gli imputati erano difesi dagli avvocati Donatella Buscaino e Giuseppe Rando, che sono riusciti a ottenere dal giudice condanne inferiori a quelle richieste dal pm. La vicenda all’epoca suscitò parecchio clamore. Le indagini fecero scoprire che in precedenza altri turisti ospiti nel B&B erano stati colti da malori, proprio a causa di quelle esalazioni.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteFinanziamento riqualificazione Pineta Comunale. “Il cambiamento che Valderice attendeva”
Articolo successivoDuecento studenti e studentesse al webinar Uil e Irase Trapani
Rino Giacalone
Rino Giacalone, direttore responsabile e cronista di periferia. Vive nel capoluogo trapanese sin dalla sua nascita. Penna instancabile al servizio del territorio e alla ricerca della verità.