La UIL visita il carcere di Ucciardone

647

“Il Professore Giovanni Fiandaca, Garante Regionale dei detenuti per la Sicilia ha apprezzato la pacatezza e la competenza per come la UILPA Polizia Penitenziaria sta
approcciando la questione delle aggressioni dei Poliziotti Penitenziari che operano preso la 9^ sezione dell’Ucciardone di Palermo, pure Pino Apprendi di Antigone Sicilia ha convenuto con la nostra azione…”
Queste sono le parole di Gioacchino Veneziano Segretario Generale della UILPA Polizia Penitenziaria della Sicilia, in merito alla visita che lunedì 8 febbraio alle ore 10.00 farà all’Ucciardone di Palermo dopo le violenze che hanno subito appartenenti alla Polizia Penitenziaria da parte di detenuti con problemi psichiatrici “…ho ricevuto la telefonata del Professore Giovanni Fiandaca, Garante Regionale dei detenuti, – dichiara Veneziano – ed ho scambiato un paio di battute sulla iniziativa congiunta auspicata, e lo stesso ha espresso parole di elogio, non solo per la competenza nel dare i giusti contributi, ma
sopratutto la pacatezza nell’aprire un dialogo tra due mondi che pur affrontando i problemi da differenti posizioni con competenze diverse, alla fine, se ragionano insieme senza pregiudizio, possono raggiungere risultati necessari al mondo carcerario…”
“…la consapevolezza della percezione del problema penitenziario– chiosa Veneziano – in chiave unitaria può velocizzare la soluzione, ovvero un percorso che possa far cessare questa pericolosa
contrapposizione, giaccè è sotto gli occhi di tutti che la chiusura degli OO.PP.GG ha prodotto l’effetto di relegare in strutture inidonee moltissimi detenuti con problemi psichiatrici, in reparti detentivi come la 9^ sezione dell’Ucciardone, che già dalla dotazione dei suppellettili delle celle,
mette in serio pericolo l’integrità fisica a chi è deputato garantire l’ordine la sicurezza..”
“…purtroppo anni di immobilismo, ovvero di politiche sbagliate non possono essere recuperate in poco tempo, ma – continua il leader regionale della UIL di categoria- siamo certi che l’azione del nuovo vertice del Dipartimento con a Capo il Presidente Petralia, ed a seguire il Provveditore
Regionale D.ssa Cinzia Calandrino, unitamente al nuovo Direttore Fabio Prestopino, possano dare le giuste risposte ai tanti lavoratori della Polizia che reclamano rispetto, sicurezza, dignità e diritti…”
“…la consapevolezza della percezione del problema penitenziario– conclude Veneziano – in chiave unitaria può velocizzare la soluzione, ovvero un percorso che possa far cessare questa
pericolosa contrapposizione, giaccè è sotto gli occhi di tutti che la chiusura degli OO.PP.GG ha prodotto l’effetto di relegare in strutture inidonee moltissimi detenuti con problemi psichiatrici, in reparti detentivi come la 9^ sezione dell’Ucciardone, che già dalla dotazione dei suppellettili delle celle, mette in serio pericolo l’integrità fisica a chi è deputato garantire l’ordine la sicurezza..”
La UILPA Polizia Penitenziaria è stata autorizzata a visitare e fare riprese fotografiche all’Ucciardone di Palermo, il Direttore dott. Fabio Prestopino ha preso atto della situazione pandemica e per quanto riguarda la presenza del Garante dei Detenut e di Antigone, ha indicato la disponibilità per la stessa giornata, ma in orari diversi.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAsp Trapani acquisita strumentazione all’avanguardia: processa mille tamponi al giorno
Articolo successivoAlcamo: “Appaiono i cartelloni dei Banksy Alcamesi”