Dopo un iter di dieci anni viene istituito il Comune di Misiliscemi. Otto frazioni si staccano dalla città di Trapani

1419

Dopo un iter lungo dieci anni, l’Assemblea siciliana questo pomeriggio ha approvato il disegno di legge che istituisce il Comune di Misiliscemi, che raggruppa otto frazioni che si staccano dalla città di Trapani. Si tratta del 391° Comune della Sicilia.

Il via libera è arrivato col voto segreto dell’aula: 21 favorevoli e 13 contrari.
Il nuovo Comune sarà retto da un commissario straordinario che rimarrà in carica fino all’elezione di sindaco e Consiglio.
La sede legale provvisoria, nelle more dell’approvazione dello statuto, sarà nel Comune di Trapani.
Nel territorio di Misiliscemi rientrano le frazioni di Fontanasalsa, Guarrato, Rilievo, Locogrande, Marausa, Palma, Salinagrande, Pietretagliate. Il personale del Comune di Trapani, residente nelle frazioni scorporate, passerà alle dipendenze del nuovo ente locale.

fonte ANSA

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCovid e altre patologie. Vaccinare subito i soggetti a rischio
Articolo successivoMafia, la Dia sequestra beni a pregiudicato di Tortorici. VIDEO