Tragedia di Lampedusa, sette condanne per omissione di soccorso

613
Foto archivio

Il 3 ottobre del 2013 la tragedia nel Mediterraneo, 366 persone annegate al largo di Lampedusa, sette anni sono passati e sette condanne arrivano dal Tribunale di Agrigento.

Secondo il giudice il reato manifestatosi è quello di omissione di soccorso nei confronti dei naufraghi: 520  le persone a bordo. La richiesta di aiuto fu ignorata, secondo quanto testimoniato dai sopravvissuti, così il peschereccio si sarebbe allontano senza prestare aiuto e senza chiamare i soccorsi.

Le condanne: se anni al comandante dell’imbarcazione, Matteo Gancitano, di Mazara,  e quattro anni sono agli altri componenti l’equipaggio, tre tunisini, un senegalese e due mazaresi.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteZone Franche Montane in Sicilia, secondo giorno di presidio allo svincolo di Irosa (A19) 
Articolo successivoAeroporto di Palermo, ecco le regole per chi arriva in Sicilia