Genitori preoccupati per casi positivi in scuola, “Codici” chiede screening collettivo di alunni e docenti

824

ERICE. Diversi genitori preoccupati per gli ultimi casi di positività al Covid tra alunni e docenti, hanno contattato l’Associazione Codici esprimendo la loro non soddisfazione per la chiusura della scuola media “A.De Stefano” per soli due giorni per la sanificazione dei locali. Hanno riferito che nelle ultime settimane, nonostante i rigidi protocolli adottati, si sarebbero verificati tra gli alunni, diversi casi di positività al Covid-19 e a questi si sarebbero aggiunti negli ultimi giorni, anche casi di insegnanti positivi al coronavirus.

Ma già da lunedì dovrebbero riprendere le lezioni, e quindi appaiono legittime le preoccupazioni dei genitori che in realtà si aspettavano degli interventi più mirati ed efficaci anche con didattica a distanza per più giorni.

L’Avvocato Vincenzo Maltese, responsabile della delegazione territoriale del Codici – Centro per i  diritti del Cittadino,  allo scopo di dare maggiore tutela ai ragazzi, ai genitori e allo stesso corpo docente, ha inoltrato stamane una richiesta al Commissario dell’ASP, Dr. Paolo Zappalà, al Responsabile del Dipartimento Prevenzione Asp, Dr. Francesco Di Gregorio, al Dirigente scolastico della scuola De Stefano, Dott.ssa Anna Maria Di Marzo e al Sindaco di Erice Daniela Toscano, per chiedere se sia possibile procedere ad uno screening collettivo sia degli alunni di tutte le sezioni e classi che di tutti i docenti. “Ritengo si tratti di una attività necessaria, urgente, opportuna e realizzabile posta a tutela della collettività e della salute pubblica, spiega l’Avv. Vincenzo Maltese. In particolare, nel caso venisse accolta questa proposta, ho suggerito la poter sottoporre gli alunni e gli insegnanti a controlli preventivi già per le giornate di sabato e domenica, in modalità drive in presso Piazza “S.Pertini”, grazie al lavoro delle USCA, come già fatto nelle scorse settimane”. Si rimane adesso fiduciosi per l’accoglimento della proposta, e sapere se sarà condivisa dall’ASP, dalla Scuola e dall’Amministrazione di Erice.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIn affidamento i servizi di progettazione per il sistema fognario a Scopello
Articolo successivoSindaca Toscano e Assessore Di Marco: “Necessari screening nelle scuole, nei quartieri popolari e nelle frazioni”