Carceri Sicilia. Sottoscritto il protocollo prevenzione e sicurezza

474

“Quando si lavora in sinergia i risultati arrivano perché davanti ad un nemico invisibile come il covid-19 nessuno può giocare con una squadra diversa a dispetto la salute dei lavoratori.” con queste parole il Segretario Generale della UILPA Polizia Penitenziaria della Sicilia Gioacchino ha commentato la stipula in videoconferenza del Protocollo Quadro per la Prevenzione e la Sicurezza nei luoghi di lavoro in ordine all’emergenza sanitaria da covid-19 sottoscritto oggi 9 novembre 2020 con la D.ssa Cinzia Calandrino Dirigente Generale Provveditore Regionale dell’Amministrazione Penitenziaria della Sicilia, con la presenza della D.ssa Milena Marino, Direttore del Personale del PRAP.

“…oggi abbiamo scritto un pagina importante per i lavoratori dei penitenziaria siciliani, in quanto – dichiara Veneziano– “…la salute dei nostri colleghi deve essere al primo posto nell’agenda dei datori di lavoro, e nessun intoppo burocratico che possa determinare ritardi nell’azione di contrasto contro la pandemia può essere accettato…”

…nel protocollo abbiamo inserito altre misure per combattere il coronavirus, tra cui…” – continua il Segretario della UILPA Polizia Penitenziaria Sicilia -”…la possibilità di effettuare lo screening covid-19 tramite i tamponi veloci, per sezionare e avere un quadro chiaro in tempi ragionevolmente sicuri per poter intervenire con sufficiente sicurezza ed evitare focolai impossibili da gestire in un ambiente come il carcere…”

…inoltre tra le richieste inserite nell’accordo ci sono importanti aspetti,…” – chiosa il rappresentante sindacale -”…tra cui l’esclusività del personale sanitario a controllare la temperatura corporea a tutti i lavoratori in entrata nelle carceri, la certificazione da consegnare ai sindacati dell’avvenuta sanificazione dei locali, e per quanto riguarda i mezzi di trasporto della Polizia Penitenziaria, dopo ogni traduzione, ma anche – conclude il leader siciliano della UIL di categoria– “…la verifica della qualità dei prodotti igienizzanti acquistati per evitare che la procedura al ribasso possa scaturire l’inefficacia dell’azione..”…

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteInfanticidio Trapani e caso di Ragusa. CGIL: “Occorre trovare soluzioni perché fatti di questo genere non accadano più”
Articolo successivoCoronavirus. Conclusa la campagna di screening nel trapanese, 179 i positivi VIDEO