Sanità: fiaccolata a Castelvetrano, “No a smantellamento”

345

Fiaccolata a Castelvetrano, “No a smantellamento” del sistema sanitario

La manifestazione si è svolta in contemporanea a Pantelleria, Lipari, Partinico, Leonforte e anche nel centro storico di Palermo. “Noi protestiamo contro lo smantellamento del sistema sanitario – dice Francesco Calcara, un’altro degli organizzatori – contro le privatizzazioni, per una sanità pubblica, efficiente ed a misura dei territori”. L’ospedale è dotato anche di una base operativa per l’elisoccorso, autorizzata dall’Enac e tra i reparti a rischio smantellamento c’è anche quello di terapia intensiva e di rianimazione “che conta otto posti piu una camera a pressione negativa, molto ricercata in tutto il trapanese per fronteggiare l’emergenza covid”, ha aggiunto Messina. Al momento nella provincia di Trapani è operativo, in qualità di ‘covid hospital’ il Paolo Borsellino di Marsala, che al momento – a causa della crescita di casi a rischio – ha disponibili solo quattro posti in terapia intensiva. “Noi non capiamo perchè si vuole declassificare l’ospedale di Castelvetrano, perdendo tre reparti dotati di primario – conclude l’avvocato Messina – sembra quasi che tutto ciò che stanno togliendo a questo ospedale andrà a finire in quello di Mazara del Vallo”.
Fonte agi.it

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteArrestata la ragazza, forse non ha fatto tutto da sola
Articolo successivoSequestro di beni nei confronti di un pregiudicato per associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti