Sequestrate mascherine e giocattoli contraffatti dalla Guardia di Finanza

665

PALERMO. Nel corso dell’intensificazione dell’attività di controllo economico del territorio disposto dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Palermo e finalizzata a verificare il rispetto delle norme emanate dall’Autorità di Governo per il contrasto alla diffusione del contagio da COVID19 e in materia di sicurezza dei prodotti posti in vendita, i Finanzieri del Gruppo Pronto Impiego di Palermo hanno sequestrato, in un emporio ubicato in via Oreto e gestito da un soggetto di etnia cinese, circa 5 mila articoli tra giocattoli e mascherine chirurgiche detenute per la vendita.

In particolare le Fiamme Gialle a seguito di un approfondito esame della merce esposta, per la quale il titolare dell’emporio non è stato in grado di esibire le relative fatture d’acquisto, notavano che numerosi giocattoli raffiguravano personaggi di cartoni animati “Disney”, “Marvel” e “L.O.L.”, difformi rispetto a quelli originali, e pertanto presumibilmente contraffatti in quanto, oltre a non riportare alcun ologramma, presentavano anche delle imperfezioni per quanto concerne la manifattura, data la scadente qualità dei materiali utilizzati.

Nel prosieguo delle attività i militari operanti individuavano anche alcuni pacchi contenenti circa 2.000 mascherine chirurgiche sprovviste della indicazione della provenienza di fabbricazione e senza alcuna indicazione circa la sicurezza sanitaria.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteMarsala, controllo straordinario del territorio: 1 arresto e 2 denunce
Articolo successivoCastellammare, la percentuale di raccolta differenziata balza al 77%. Ma resistono gli incivili: “Tolleranza zero”